Luchino Visconti tra passione e ragione

Nel trentennale della morte e nel centenario della nascita Milano onora la memoria di un grande concittadino

Luchino Visconti non amava troppo le celebrazioni. A detta di questo grande milanese, che da geniale regista ha lasciato nel cinema e nel teatro del nostro paese tracce indelebili, questi momenti spesso potevano rivelarsi  inopportuni. Il regista del "Gattopardo" avrebbe compiuto un secolo di vita il prossimo xx novembre. A 30 anni dalla sua scomparsa, avventa il marzo 1976, la città di Milano lo ricorda con una serie di iniziative dal titolo Luchino Visconti - Passione e Ragione, patrocinate dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Milano.

I festeggiamenti hanno avuto il battesimo ieri con la serata al Teatro degli Arcimboldi dal titolo Luchino Visconti, musica e memoria, dove l'Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, diretta dal M° Gaetano Delogu, ha eseguito una selezione delle colonne sonore dei film del regista, dove primeggiavano le indimenticabili suite di "Rocco e i suoi fratelli" e di "Il Gattopardo". Tuttavia, quella di ieri è stata anche un'occasione per godersi la proiezione del documentario inedito "Alla ricerca del Visconti perduto", diretto da Stefano Masi, una composizione visiva che propone quei lati viscontani perduti nel tempo.

Il centro di gravità permanente dell'iniziativa resta la rassegna in programma al Cinema Gnomo dal 14 al 19 marzo (Euro 4,10/Euro 2,60) che porta sul grande schermo i capolavori di questo grande genio della macchina da presa: da "Ossessione" (14 marzo, ore 18.00) a "Morte a Venezia" (16 marzo, ore 22.00), da "Il Gattopardo" (15 marzo, ore 20.30) a "Rocco e i suoi fratelli" (17 marzo, ore 19.00), passando per "La caduta degli dei" (18 marzo, ore 21.00) e "Bellissima" (16 marzo, ore 18.00).

Tra le altre iniziative da calendario si evidenziano la presentazione del volume "La terra trema" (Hotel Verdi, ore 20.00) e il gran finale il 27 marzo a Palazzo Reale (ore 21.00, Sala delle Cariatidi) con Il gran ballo del Gattopardo. Una serata unica ricca di ospiti (da Franco Zeffirelli a Claudia Cardinale), che vedrà l'Orchestra sinfonica Giuseppe Verdi eseguire la colonna sonora del capolavoro tratto dal romanzo di Di Lampedusa e la messa in scena del memorabile ballo.