La settima arte cambia pelle

Il cinema accoglie nuove provocazioni e il multiplex Skyline si prepara a nuove sfide

La settima arte vuole cambiare pelle nel modo di porsi di fronte allo spettatore. E questa forse è l’unica chance che ha il cinema di sconfiggere la concorrenza. Pensiamo al ventaglio di scelte che offre la movida milanese, tra locali, dancing, ristoranti e teatri.  L’addio alla piccola sala cinematografica l’abbiamo già sbandierato da un pezzo e nelle quattro stagioni del “multiplex”, la percezione di andare a vedere un film cambia modalità di fruizione.

Sbirciando tra i multiplex milanesi, l’attenzione cade su Skyline, il multiplex di dieci sale di via Milanese presso il centro commerciale Sarca: nel solo 2005 mezzo milione di persone si sono goduti le pellicole del momento con pop-corn alla mano. “Stiamo per festeggiare il nostro secondo compleanno – ci dice soddisfatto il vice direttore Romeo Sabato – e dal primo momento abbiamo voluto puntare sulle famiglie. Sì perché vogliamo che il cinema torni ad essere un momento di fruizione collettiva, un momento di incontro e di confronto, dentro e fuori il nucleo familiare”.

Mentre c’è chi polemizza sul costo alto del biglietto, allora esiste la possibilità di consentire a tutti di vedere un bel film in compagnia. Basta la volontà e possiamo gridarlo senza peli sulla lingua. Così volano card speciali per le famiglie o addirittura giornate in cui si offre la possibilità agli anziani di ritornare al cinema. Una bella iniziativa dal sapore “sociale” , col supporto del comune di Milano, quella del lunedì con Al cinema insieme (Euro 3,75 invece di Euro 5,50) o il giovedì a prezzo ridotto con la rassegna Ora o mai più, che permette di ritrovare i film perduti. “Il nostro guadagno sul prezzo del biglietto è irrisorio – continua il vice direttore di Skyline – se pensiamo alla percentuale che dobbiamo alle case di distribuzione. E questo non per fare polemica, ma a volte bisogna fare a cazzotti per avere film di un certo livello poiché sei costretto a noleggiare in blocco una serie di pellicole, di cui già sai che forse qualcuna non funzionerà”.

Tuttavia, il cinema sfida l’arte del gusto e il locale alla faccia di chi si lamenta che, dopo la prepotenza dell’Euro, non è più possibile andare nella stessa serata a cinema in compagnia della dolce metà e poi gustarsi una bella pizza. Skyline sta per lanciare un’iniziativa davvero straordinaria, che farà centro nell’emisfero giovanile: i Weekend Bigusto, “da assaporare con occhi e palato”. Con un solo biglietto di 10 euro, infatti, si ha diritto al ticket cinema e ad un bel menu. Allora il cinema può davvero cambiare pelle? La tecnologia, dopo l’invasione del Dolby Surround, sta per regalarci un’altra grande rivoluzione. Nel giro di pochi anni la pellicola sarà spazzata via dalla proiezione in alta definizione. Il segnale arriverà da un server centrale direttamente nel mutiplex , proiettando la pellicola sul grande schermo. Sarà l’ora per abbattere i costi e persuadere anche i più pantofolai, che non rinuncerebbero mai al dvd nel salotto di casa, a tornare ad emozionarsi davanti allo schermo gigante? Staremo a vedere. La rivoluzione è in atto e Skyline è già pronta per affrontare questa nuova sfida.