L'appetito vien guardando

Ultimo week end per gustare MilanoCinemaSlow giunto alla quarta edizione

È il cinema che parla di cibo l'ingrediente base del menu che comprende mostre, narrazioni, degustazioni e musica, spalmato tra Spazio Oberdan, il Museo del cinema Gianni Comencini e Arena Metropolis 2.0 di Paderno Dugnano, per la quarta edizione di Milano SlowCinema, promosso da Provincia di Milano, Fondazione Cineteca Italiana e Slow Food Lombardia.

ABBONDANTI AVANZI - SlowCinema è una delle concrete manifestazioni di Slow Food e quest'anno lo sguardo del suo programma è: Le radici, la terra, le tradizioni, una riflessione a tutto tondo sul costante e difficile percorso dell'uomo, combattuto tra l'ā€™impulso alla sopravvivenza e una non del tutto "necessaria" dittatura sulla Natura. Le contraddizioni del legame ancestrale tra libero mercato e rispetto per la terra e i diritti di chi la coltiva, sono racchiuse nel documentario proiettato il 13 Dicembre (ore 19): Il prezzo dello zucchero. Il cibo e i sapori sono anche suonati e raccontati il 14 (ore21.30) con Succu suk-il, una ricetta di Giovanni Fancello narrata da lui stesso con accompagnamento musicale. Al termine, la degustazione dalla Sardegna Fregula e dintorni. E per i più piccoli, sempre il 14 si comincia alle 15 con la fiaba Cappuccetto Rosso musicata da Gaetano Cappa e narrata da Massimiliano Speziali; a seguire 3 proiezioni delle favole di Luzzati e Gianini e alle 15.45, Max Pisu presenta il libro di Patriza Bollo Mangiargiocando, utile strumento per genitori alle prese con i capricci dei più piccoli a tavola. Una merenda a base del gelato biodinamico di Rachelli concluderà il pomeriggio.

IL MANGIARBENE ā€“ Il piacere legato al cibo, la ricerca di ritmi di vita più lenti, il valore del cibo e del modo di coltivarlo che riflette la qualità della vita e l'identità culturale di una terra, sono i principi chiave di Slow Food, associazione fondata da Carlo Petrini nel 1986 presente oggi in ben 9 Paesi. Quest'anno il nuovo spunto sulla eco-gastronomia unisce il rispetto e lo studio della cultura enogastronomica al sostegno per coloro che difendono la diversità agroalimentare e la rispettano.

COSA BOLLE IN PENTOLA? ā€“ Se tutto ciò ha stuzzicato l'appetito e la voglia di cimentarsi in un corto che parla di cibo e cultura alimentare, Slow Food e la Cineteca del Comune di Bologna promuovono Slow Food on Film, il Festival Internazionale di Cinema e Cibo. La seconda edizione del concorso si terrà a Bologna dal 6 al 10 Maggio 2009 e comprende 4 sezioni: un premio per cortometraggi sul rito del cibo come espressione di cultura, rappresentazione di una condizione sociale, passione ed ossessione; un concorso per documentari sul tema della memoria del cibo; un premio per lungometraggi innovativi sul tema del cibo; infine una selezione di serie tv che rappresentano una gastronomia culturalmente rilevante.