I Giovedì del Cinema

Il cinema d'autore ritorna in una rassegna all'Europlex Bicocca 18: da "La Bestia nel cuore" a "Orgoglio e Pregiudizo"

Ci sono film da recuperare. I motivi possono essere tanti: li abbiamo persi per un impegno, ci sono sfuggiti di mano, non ce ne siamo accorti. Senza dubbio il cineforum resta un tradizionale e immancabile opportunità per ritrovare quelle pellicole che dovremmo guardare. Ma la settima arte resta un buon antidoto contro lo stress collettivo da "guardoni televisivi" che ci aggroviglia nel tubo catodico tra banalità, goffaggine e disimpegno. Il 2 febbraio si apre alla multisala Europlex Bicocca 18 di viale Sarca l'edizione 2006 della rassegna I Giovedì del Cinema (Ore 21.00, Euro 4,50). Ad aprire il cineforum è la pellicola di Cristina Comencini La Bestia nel cuore (Italia, 2005), candidata ai prossimi Oscar per l'Italia come miglior film straniero. Sabina è bella, fa unlavoro che le piace e ha un compagno che ama. Tutto va a gonfie vele, almeno sino al sopraggiungere di alcuni strani incubi notturni che cominciano a tormentarla. Sul grande schermo una Vittoria Mezzogiorno in piena forma, premiata allo scorso Festival del Cinema di Venezia come miglior attrice.

Degli altri film che si sono distinti alla kermesse veneziana 2005 sono in programma anche Good night and Good Look di Gorge Clooney (USA 2005, 6 aprile); Casanova di Lasse Hallstrom (Usa 2005, 27 aprile) e Proof di John Madden (G.B./USA 2005,4 maggio). Rivedremo sul grande schermo anche un godibile Woody Allen con il suo Match Point (USA 2005, 11 maggio), tentativo di scalata sociale di un giovane ex tennista. Tutto fila liscio finché non si troverà tra le grinfie di due bellissime donne.  Aggirandoci sempre in ambito festivaliero, a rappresentare Cannes 2005 ci sono Niente da nascondere di Michael Haneke (Francia 2005, 9 febbraio) con una deliziosa Juliette Binoche e Me and You and everyone we Know di Miranda July (USA 2005, 30 marzo).

A difendere il cinema italiano sono stati scelti diversi titoli: Romanzo Criminale di Michele Placido (23 febbraio), La tigre e la neve di Roberto Benigni (2 marzo); La seconda notte di nozze di Pupi Avati (23 marzo). Per chi vuole godersi Johnny Depp e non è allergico al cacao c'è la proiezione di La Fabbrica di Cioccolato di Tim Burton (USA 2005, 16 febbraio). Siate sinceri e non barate: cosa fareste se veniste a sapere che cinque biglietti d'oro sono nascosti in altrettante tavolette di cioccolato fabbricate dal signor Willy Wonka? Lo scoprirete immergendovi nell'ultimo film di Burton in bilico tra fantasy e commedia. Per chi preferisce l'ironia del mondo yddish c'è Zucher!... come diventare ebreo in 7 giorni (Germania 2004, 9 marzo); mentre gli strascichi del trauma ebraico sono velati nella commedia di Liev Schreiber Ogni cosa è illuminata (USA 2005, 16 marzo).

Le bellissime pagine letterarie di Jane Austen tornano al cinema con Orgoglio e pregiudizio di Joe Wright (Gran Bretagna 2005, 20 aprile), mentre il fantasma del terrorismo con Munich di Steven Spielberg (USA 2005, 13 aprile). Adesso basta scegliere, spalancare gli occhi, sorseggiando un'aranciata e sgranocchiando un po' di pop corn, perché nel buio del cinema sono di buona compagnia.