Giffoni Film Festival 2008

Quando il cinema è vietato ai maggiori di 18 anni...

C'è GF e GFF. Il primo lasciamolo pure al libero arbitrio da telecomando televisivo, il secondo invece (seppur trovando spazio nei tg e sulle reti Mediaset in determinate fasce orarie) ha a che vedere con il cinema. Il Giffoni Film Festival chiude la sua 38ma edizione: nel 1971 lanciò la lodevole iniziativa di diventare una grande vetrina e una grande palestra per il cinema fatto dai ragazzi. Nel tempo i cineasti più di rilievo sono passati in questa cittadina in provincia di Salerno rilasciando dichiarazioni entusiaste sulla manifestazione. Gli organizzatori preferiscono quella di François Truffaut che, ospite nel 1982, disse: "Di tutti i Festival, quello di Giffoni è il più necessario".

VIETATO AI MAGGIORI DI 18 ANNI - GFF conta un numero consistente di giurati, provenienti in pratica da tutto il mondo e con età compresa tra i 6 e i 18 anni, adeguatamente divisi in base alle categorie filmiche e per età. Il lavoro di visione e votazione delle pellicole è pesante, ma ovviamente è più un piacere che una forma di "lavoro minorile", specie considerando che ogni anno i professionisti del cinema "dei grandi" arrivano a Giffoni Valle Piana per una sorta di "leçons du cinema" alla maniera di Cannes. Quest'anno è toccato a Meg Ryan che ha espresso il desiderio di girare il suo primo film dietro la macchina da presa.

GRIFONI D'ORO - I nomi dei vincitori sono parecchi, come le sezioni previste del resto. Si parte con La storia di Leo, di Mario Cambi, cioè la vicenda di un leoncino che si trova a occuparsi della sopravvivenza di due gemelli di elefante - categoria Kidz, 6/9 anni. Per First Screens - 9/12 anni - il Grifone d'oro va a Red Zora di Peter Kahane con un ragazzo in cerca del padre nel Mediterraneo degli Anni '30. Leroy di Armin Voelkers (Free to fly, 12/14 anni) affronta il delicato tema del razzismo in un moderno Romeo e Giulietta in cui lui è un giovane nero, lei la figlia di due estremisti di destra in Germania. Dall'Olanda arriva invece Blind - Y Gen, 15/18 anni - dove protagonista è ancora l'amore ma tra un ragazzo cieco e colei che gli fa da lettrice di romanzi.

Nella prossima stagione cinematografica saranno ben sette le pellicole che entreranno nelle sale nazionali con la "fascetta" del Giffoni; ma il sogno del direttore del GFF, Claudio Gubitosi, è già chiaro: accordarsi con Rai e Medusa perchè venga mandato in onda in prime time almeno un film uscente dal Festival per ragazzi tra i più prestigiosi al mondo.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati