Giardini di Mirò e l'album Il fuoco, dal film di Giovanni Pastrone

Giardini di Mirò, un album da film

Il Fuoco è il loro nuovo album. Ispirato al film in bianco e nero di Giovanni Pastrone

Giardini di Mirò sono a spasso per l'Italia con il tour promozionale del loro ultimo lavoro, l'album Il Fuoco. Il titolo è omonimo a un film muto di Giovanni Pastrone del 1915, motivo: il gruppo emiliano si è ispirato a questa vecchia pellicola in bianco e nero e ne ha realizzato una sonorizzazione contenuta nel disco (oltre a una selezione di vecchi brani rivisitati e nuove canzoni). Tutto nasce nel 2006, quando il Museo Nazionale del Cinema di Torino incarica la band di sonorizzare il film di Pastrone. La premier del lavoro avviene il 27 ottobre 2007 al cinema Massimo, da lì I Giardini di Mirò portano il loro spettacolo in tutta Italia e ora giunge la pubblicazione dell'album.

Discografia e cinema, passato e presente si incontrano in questa formula insolita e i Giardini di Mirò rispolverano uno dei pionieri del nostro cinema, che firmò anche Cabiria, forse il primo kolossal italiano. Due parole Il fuoco: racconta del pittore Mario, in crisi creativa da quando incontra una donna bellissima che definire di famiglia bene sarebbe un eufemismo. I due diventano amanti, l'artista viene allontanato dalla donna. In un gioco di disperati "m'ama - non m'ama" il poveretto finirà con l'impazzire. Una storia di pathos interpretata da due delle "star" del cinema muto nostrano, Febo Mari e Pina Menichelli.