Backward e il riscatto del cinema indipendente

Il nuovo film di Max Leonida sbarca a Cannes e il cinema italiano ritorna ad essere "sportivo"

Questo è il riscatto del cinema indipendente. E Max Leonida è un regista testardo che, quando prende un progetto a cuore, lo porta a termine. Il 13 maggio arriva al Festival di Cannes, fuori concorso, Backward, diretto dallo stesso Leonida e scritto a quattro mani con Stefano Tacconi. Il film, che arriverà sugli schermi italiani il prossimo 4 giugno, recluta nel cast diversi bravi attori tra cui Ugo Conti, Tony Sperandeo, Gerardo Placido e Randi Ingerman.

Abbiamo raggiunto il regista milanese telefonicamente alla Croisette che ci ha spiegato: "Il cinema italiano è vittima di tante lobby e la televisione abitua i giovanissimi a prodotti di consumo usa e getta. Quando Stefano mi ha presentato il suo soggetto, ho capito subito che poteva venir fuori una storia in cui ritrovarsi". Al centro del film c'è lo sport e le vicissitudini di una squadra di calcio interregionale.

Ambizioni, speranze e delusioni si depositano dietro alla macchina da presa per un film che è stato girato completamente in digitale: "Da noi si fanno campagne denigratorie contro questo nuovo standard - conclude Leonida - Lo vogliamo capire che questo è il futuro? Backward sarà distribuito attraverso una rete satellitare direttamente nelle sale. Niente pellicola, niente inquinamento, niente rifiuti da smaltire".

Correlati:

www.backwardmovie.com