European Film Awards 2009, EFA 2009

3x2, il cinema italiano agli EFA 2009

Tre soli candidati italiani (in rappresentanza di due film) all'European Film Award

Lo scorso anno Gomorra aveva fatto incetta di nomination e premi, l'edizione 2009 degli European Film Awards invece ritaglia meno spazio al cinema italiano. Saranno Filippo Timi, Gianni di Gregorio e Francesca Calvelli i tre soli rappresentanti italiani nella notte del 12 dicembre a Bochum, nella regione tedesca della Ruhr, quando verranno assegnati gli Oscar del cinema europeo.

Il nome di Timi è il più conosciuto ed è in lizza come miglior attore per il film Vincere di Marco Bellocchio. Sempre per questa pellicola, Francesca Calvelli (ecco il secondo nome) gareggia per il miglior montaggio. L'ultimo nome è quello di Gianni di Gregorio, regista e sceneggiatore di Pranzo di ferragosto: proprio il suo script è candidato alla miglior sceneggiatura. Nessuna opera italiana in corsa nella categoria maggiore: in nomination per il miglior film sono The Millionaire di Danny Boyle e già premio Oscar; Fish Tank, altro film inglese, di Andrea Arnold; lo svedese e vampiresco Lasciami entrare, il francese Un prophete; Il nastro bianco, Palma d'oro a Cannes, diretto da Michael Haneke e The reader di Stephen Daldry.

Correlati:

www.europeanfilmacademy.org/