Capodanno Verde Design

Nella notte di San Silvestro, Torino dice no al tradizionale rosso e si accende di verde per un 2008 da World Design Capital

Il 2007 si sta chiudendo e si cominciano a fare bilanci. Quello che sta per diventare "l'anno passato", per Torino resterà legato alla grande festa della nuova 500. A cavallo tra vecchio e nuovo anno, un'altra festa celebrerà ancora una volta la linfa vitale che scorre nelle strade della città: il Capodanno qui infatti si tingerà di verde per inaugurare un 2008 da World Design Capital.

L'INVESTITURA - La nomina a Capitale Mondiale del Design fu assegnata per la prima volta dall'ICSID (International Council of Societies of Industrial Design) nel 2005 e la scelta ricadde proprio su Torino. I membri dell'ICSID sentivano già spirare un vento di innovazione e creatività dal capoluogo piemontese. Poi arrivarono i fasti e il glamour delle Olimpiadi 2006 e ci si dimenticò della buona notizia. Non se ne sono certo scordati gli enti organizzatori, che hanno voluto creare un capodanno ad hoc per quanti scenderanno in piazza a brindare al 2008.

CAPODANNO IN PIAZZA - Se i capodanni in piazza non sono una novità, quello di Piazza Castello sarà un "party" speciale, a cominciare dalle tinte: inaspettate per la celebrazione di San Silvestro che tradizionalmente reclama il rosso come colore immancabile nel dress code dei festanti e nelle decorazioni. Invece per l'addio al 2007, il cuore di Torino si tingerà di verde, colore della speranza e della manifestazione dell'ICSID. Concerti live e dj set accompagneranno turisti e "autoctoni" fino all'alba del nuovo anno con Dj Prinsen Paulista dalla Norvegia (dalle ore 21) e poi con Etienne de Crecy Live dalla Francia (dalle ore 00.30). Ad accompagnare il count down sarà lo spettacolo Danza a Sud: un progetto che mette insieme musica e danze popolari tradizionali declinate in salsa moderna (dalle ore 23 alle ore 00.30). Intano immagini video come quelle di A Crack into the wall, di Botto & Bruno scorreranno sui maxischermi allestiti in Piazza (dalle ore 17), per uno spettacolo che l'organizzazione vuole "interattivo".

E' GRADITA L'INTERAZIONE - La partecipazione attiva della folla di piazza passa attraverso due trovate: i LED Throwies e le megasfere Zygote. Queste ultime sono grandi palloni che leggeri fluttueranno sopra le teste della gente in piazza, al tocco delle mani che le rimbalzeranno da una parte all'altra di Piazza Castello cambieranno tonalità (dalle ore 17 alle 19 e dalle 22 alle 24). I LED sono dei piccoli oggetti luminosi che si potranno costruire durante la giornata del 31 dicembre (dalle ore 17 alle 23) con batterie al litio, un magnete e nastro adesivo. Saranno come dei punti di luce che potranno essere disseminti in ogni angolo della città dopo il confezionamento. Ancora le luci saranno protagoniste grazie allo spettacolo progettato dal designer Luca Baraldo che promette scintille.

Tutto è pronto per dire addio al 2007 e andare incontro al 2008 che, stando alle previsioni, sarà per Torino un'annata tutta verde: viva, fertile e gioiosa. l'augurio è che la vostra lo sia altrettanto.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati