Box Shock. Dentro la scatola

Milano, Monza e Sesto ospitano un museo - labirinto con 40 opere d'arte

Si chiama Box Shock, a definirlo "un museo - labirinto urbano" è il suo ideatore, lo stesso ragazzo che ha creato il progetto ContainerArt, Ronald Lewis Facchinetti. ContainerArt porta micro mostre in giro per le città del mondo all'interno di un container, aperto al pubblico ovviamente. Forte di questa esperienza, Facchinetti ha messo a punto la formula Box Shock, mettendo in piedi un evento che conta quattro curatori, 40 artisti e 70 installazioni tra Milano, Monza e Sesto San Giovanni, fino al 30 ottobre.

Il coinvolgimento totalizzante dello spettatore è una costante che lega gli appuntamenti di Box Shock. Come? Attraverso i MindCube, scatole bianche grandi a sufficienza per poter contenere uno schermo che mandano in onda i video degli artisti coinvolti: per guardare queste opere, lo spettatore è costretto a infilare la testa dentro la scatola. Spiega Ronald Lewis Facchinetti: "Gallerie e musei sono spazi concepiti intorno alle opere d'arte, il visitatore non è sempre nelle migliori condizioni migliori per godere dell'opera che gli sta davanti. Ci sono molti elementi di disturbo che impediscono un contatto tra i due. Sia ContainerArt, sia Box Shock sono invece costruiti su misura del visitatore, anche quando la mostra è in programma all'interno di gallerie come MC2". I MindCube si possono sperimentare in diverse location, ma lo spettacolo non è mai lo stesso, ogni progetto è site specific, pensato in base al luogo che lo accoglie, che sia NHOW Hotel o Triennale Bovisa. Particolare il caso della galleria MC2, dove non troviamo i MindCube, ma c'è una stanza intera a farsi cubo: su una parete è tutta per il video Dancing Water di Roberto Kusterle, da guardare stando sdraiati su un tappeto di erba sintetica scosso da vibrazioni, suoni e musica coordinata alle immagini. Il tappeto è chiamato SoundGrass ed è messo a punto dal collettivo Kilohertz, che intende con i suoi lavori trasformare l'ascolto della musica in un'esperienza sonora da godere attraverso tutto il corpo.