Teatro alla Scala a Milano

Il palazzo del Piermarini è da oltre due secoli custode di Opera e Balletto

Il Teatro alla Scala di Milano è tra i più famosi teatri del mondo. Prende il nome dalla piazza dove è sito: Piazza della Scala per l'appunto, che a sua volta prendeva in prestito il nome dalla Chiesa di Santa Maria della Scala, eretta nel 1381 e demolita nel 1778 proprio per fare spazio al teatro.

Fondato per volontà dell'imperatrice Maria Teresa d'Austria, progettato dall'architetto Giuseppe Piermarini, fu inaugurato il 3 agosto 1778.

Per quasi 250 anni il maestoso spazio si è imposto come punto privilegiato di riferimento per opere liriche, balletti e concerti di musica classica.

Al termine della stagione 2001 il Teatro alla Scala di Milano è stato chiuso per dare vita ad una riorganizzazione radicale delle strutture e degli impianti tecnici del palcoscenico e per sottoporre la sala principale ad un restauro conservativo.

Il progetto è stato affidato all'architetto ticinese Mario Botta, che ha lavorato sull'area monumentale e sulla ristrutturazione della torre scenica, dei servizi di scena e degli uffici.

Si sono così realizzati l'ammodernamento e l'adeguamento alle normative vigenti della struttura e di tutto l'apparato tecnologico (impianti meccanici di servizio, di climatizzazione, idrico-sanitari, di sicurezza e di movimentazione delle scene), così da garantire ambienti sicuri, salubri e confortevoli.

Nel 2005 La Scala ha riaperto le porte, ritornando ad essere uno dei centri di gravità permanente del cuore pulsante della città.

foto di Marco Brescia

Il Teatro alla Scala (©Marco Brescia)

LE BIGLIETTERIE

Il Teatro alla Scala ha due biglietterie. Quella centrale è in Piazza Duomo, all'interno della stazione metropolitana, ed è aperta tutti i giorni dalle ore 12 alle ore 18.

La biglietteria serale in via Filodrammatici, a lato del teatro, è invece operativa da 2 ore prima e fino a 15 minuti dopo l'inizio dello spettacolo.

foto di Marco Brescia

L'interno del Teatro (©Marco Brescia)