Puzzle a Milano

Il fenomenale show acrobatico dei Kataklò in scena al Carcano

ATTENZIONE: Evento scaduto

L'ensamble di physical theatre più noto della scena italiana aggiunge un nuovo tassello al proprio percorso: Puzzle.

Acrobazie fenomenali, coreografie suggestive, giochi di luce e di colori. I Kataklò sono in scena al Teatro Carcano dal 21 al 25 gennaio.

Puzzle, un momento dello spettacolo dei Kataklò (© Alberto Reina)

Puzzle, un momento dello spettacolo dei Kataklò (© Alberto Reina)

IL RITORNO DEI KATAKLò CON L'ACROBATICO PUZZLE

Uno show corale e poliedrico, realizzato attraverso l'accostamento di coreografie storiche e opere prime ideate dai danzatori che negli anni hanno contribuito alla crescita della compagnia.

Kataklò è in sé un progetto che trova proprio in Puzzle una nuova espressione scenica della vocazione alla multi-disciplinarietà e al cambiamento.

Lo spettacolo scommette sulle singole idee per creare un'alchimia perfetta. Puntando alla diversità e alla varietà espressiva, offre toni che vanno dal teatro alla danza fino all'acrobatica.

In scena, danzatori, atleti, virtuosi del corpo, acrobati, in una parola, Kataklò.

Uno show suggestivo al Teatro Carcano, Puzzle è in scena dal 21 al 25 gennaio.

Puzzle, un momento dello spettacolo dei Kataklò (© Alberto Reina)

Puzzle, un momento dello spettacolo dei Kataklò (© Alberto Reina)
SCRIVI & VINCI CON LA COMPETITION
2 Biglietti Omaggio
Descrizione: Qual è stata la cosa più "acrobatica" che vi sia mai capitata nella vostra vita? Vince 2 biglietti per la prima dello spettacolo (21 gennaio) la risposta più curiosa e più... acrobatica, appunto!
Scadenza: 18/01/2015 alle 23.59
Visualizza tutte le Competition
COMPETITION SCADUTA
Ha Vinto: Laura
Commento: Chi non vorrebbe mettersi alla prova sfidando la potenza delle onde del mare che si infrangono sugli scogli della spiaggia di Scilla (RC)?! Io e mio papà abbiamo deciso di provarci, sotto gli sguardi di mia mamma e del mio fratellino, rimasti al sicuro sotto l'ombrellone... All'avvicinarsi di ogni onda, mio papà mi diceva di saltare ma, ad un certo punto, arrivò un'onda improvvisa ed impossibile da sovrastare; l'unica soluzione era abbassarsi e sperare, prima o poi, di riemergere... Ho fatto talmente tante capriole sott'acqua che, quando sono uscita, mi girava la testa ed avevo i capelli completamente pieni di sabbia e sassolini!!! Decisamente l'esperienza più ''acrobatica'' che abbia mai vissuto...
Presenti 22 commenti.
Giochi in giardino
Di Annalisa postato il 18/01/2015 22:37:47
Posso ricordare le acrobazie che facevo per giocare, anche da sola, in giardino: salti e scatti, candele a testa in giù, balli scatenati con musica immaginata, ruote sul prato, spinte a più non posso sull'altalena e poi corse pazze con il mio cane. Puro divertimento :)
Le mura pericolanti di Pisa
Di Federico G. postato il 18/01/2015 22:25:50
Durante la mia gioventù pisana, insieme ad amici miei tutti squinternati, salii sulle zone interdette delle mura cittadine, in quanto pericolanti. La discesa fu assai ardua tra barcollamenti e consigli urlati dai compagni, ma alla fine nessun ferito e nessun crollo. Vittoria!
L'ostello acrobatico
Di Claudito postato il 18/01/2015 14:02:08
Avete mai provato a dormire in un ostello a Londra? Sono passati più di 10 anni, ma me lo ricordo come fosse ieri: scansare gli scarafaggi, far finta di non vedere le macchie sulla moquette, farsi la doccia in punta di piedi per evitare di prendersi i funghi... se non è acrobatico questo!!!
Capriole sott'acqua...
Di Laura postato il 16/01/2015 12:46:50
Chi non vorrebbe mettersi alla prova sfidando la potenza delle onde del mare che si infrangono sugli scogli della spiaggia di Scilla (RC)?! Io e mio papà abbiamo deciso di provarci, sotto gli sguardi di mia mamma e del mio fratellino, rimasti al sicuro sotto l'ombrellone... All'avvicinarsi di ogni onda, mio papà mi diceva di saltare ma, ad un certo punto, arrivò un'onda improvvisa ed impossibile da sovrastare; l'unica soluzione era abbassarsi e sperare, prima o poi, di riemergere... Ho fatto talmente tante capriole sott'acqua che, quando sono uscita, mi girava la testa ed avevo i capelli completamente pieni di sabbia e sassolini!!! Decisamente l'esperienza più ''acrobatica'' che abbia mai vissuto...
Rafting in Trentino
Di sonietti postato il 15/01/2015 23:07:15
la più acrobatica è stata fare rafting in Trentino: già la prova di acquaticità che ci hanno fatto fare è stata incredibile! Avevano spiaggiato un gommone e sopra un altro ribaltandolo e ci hanno detto: ok, ora prendete la rincorsa e vi tuffate in acqua, (con la corrente del fiume che tirava) e nuotate a riva... un'emozione fortissima, con tanto di salto dal gommone, toccando il fondo sassoso del fiume e nuotando con la corrente che ti spostava... arrivata vicino alla riva, mi ricordo ancora l'aggancio delle mie unghie al terriccio bagnato... da qui, ho capito che non si scherzava affatto... nel giro con il gommone, mi sono ancorata alle corde e a qualsiasi appiglio per non dover riprovare l'ebbrezza del salto in acqua @-@
nascita spericolate
Di marcella postato il 15/01/2015 16:23:49
La corsa in auto verso l'ospedale....il mio primogenito stava per affacciarsi al mondo...troppo presto....acrobazie fisiche per non farlo nascere in macchina e nel tragitto macchina sala parto....alla fine ce l'abbiamo fatta!!! Decisamente l'acrobazia della vita!
My first Kitesurfing experiece!!
Di Gaia postato il 14/01/2015 19:26:22
Seconda lezione di kite. Il mio istruttore: "il vento si sta alzando..ma si ultima prova di partenza dall'acqua e poi usciamo." Io carica e orgogliosa per i miei progressi..vado! Poi il buio..riprendo coscienza solo quando mi rendo conto di VOLAREEEE..ohoooo..nel blu, dipinto di blu.. Stacco la maniglia di sgancio, con il ritardo dei principianti..e giúùúú nel mare immensooo..Lo "space vertigo" mi fa un baffo ora! Riemergo illesa dagli abissi con il mio caro istruttore che si sta scompisciando dalle risate!
TWISTER!
Di Lorenza postato il 14/01/2015 17:39:39
Twister è il gioco di abilità che ti aggroviglia tutto! All’inizio della partita le mosse sono molto semplici, ma via via la situazione si complica, gli intrecci di braccia e gambe saranno sempre più intricati e fatalmente qualcuno perderà l’equilibrio. Twister è dunque un'acrobazia di legami!
catene per la neve
Di chiara postato il 13/01/2015 21:27:35
Circa 40' anni fa, con un' amica che non sapeva guidare, io fresca di patente alla guida di una 128 FIAT sull' Appennino Emiliano durante le vacanze di Natale come sua ospite in una casetta sulla cima di un monte sopra Bosco di Corniglio. Inizia a nevicare, improvvisamente, tanta, tanta neve esagerata. Decidiamo di lasciare la casa per non restare bloccate perchè niente telefono in casa e a quel tempo niente cellulare. Strada facendo, anche sì in discesa, mi son vista costretta a fermare l'auto e mettere le catene da neve con tanto gelo, paura, premura, senza guanti e ormai quasi al buio perchè non c'era un lampione Che acrobazie !!! Davvero !!! Credeteci !!!
Quotidiano
Di Massimo postato il 12/01/2015 21:27:33
Tutte le mattine saltare tra svegliati- fai colazione-lava la faccia-lavati i denti-fai la pipì-vestiti-metti le scarpe-metti la giacca-prendi la cartella-usciamo-corri che arriva il tram-dai che arriva la metro-ecco é suonata la campanella ... Grazie a Sara e Irene la noia della routine è annullata da acrobazie nuove ogni mattina :)
Indonesia
Di Cristina postato il 12/01/2015 16:44:38
Scavalcare una marea umana di indonesiani radunati sul Bromo il giorno della festa nazionale per vedere l'alba sul vulcano, risalire un fiume e gettarsi sotto una doccia naturale alle cascate di Madakaripura e scendere nelle profondità di Kawah Ijen per affrontare con le maschere anti gas della guerra mondiale lo zolfo che soffia sopra il lago acido. Che ricordi!
equilibrii
Di fabrizio postato il 12/01/2015 15:12:39
la cosa più acrobatica a mio parere..... è il saper vivere la vita cercando sempre di evitare precipizi e camminare a testa alta! :-)
Acrobazie da insegnante
Di Eugenia postato il 12/01/2015 14:07:07
Primi di gennaio, più di 40 anni fa, in vacanza in Trentino. Ore 21.30: telefona la portinaia da Milano, comunicando che era arrivato un telegramma . Lo apra e lo legga, x favore. Cosa??? Convocazione dal Provveditorato domattina verso 9.30 x incarico ??? Preparazione lampo delle valigie, partenza mattina prestissimo con viaggio a rotta di collo su una potentissima 600, in Fulvio Testi trasbordo su un taxi x arrivare prima in piazza Missori, scale a velocità supersonica x raggiungere l'ufficio e mettermi in coda trafelata. Dopo 2 minuti chiamano il mio nome e mi comunicano la sede, con mia firma di accettazione : adrenalina pura, ragazzi!
Ponte Tibetano-self made
Di Rita postato il 12/01/2015 13:07:03
Durante un corso aziendale in Belgio abbiamo costruito un ponte tibetano su uno strapiombo. Sono stata una delle poche (e la prima!!) a farmi imbragare e passsare sul ponte per dimostrare fiducia nel lavoro fatto da altri. E' una bella prova di acrobazia ogni giorno dimostrare fiducia agli altri.
Hang Thong - Thailandia
Di Cinzia postato il 12/01/2015 11:47:49
A volte non sapere è meglio. Si, preferisco trovarmici nella situazione che poi in qualche modo affronterò. Due anni fa ho partecipato al mio primo viaggio con sconosciuti, persone conosciute a Malpensa direttamente. La mia meta: la Thailandia!. Viaggio bellissimo e parecchio stancante. Un giorno siamo andati a Hang Thong, un parco marino immenso...Siamo saliti su una "montagna", con una parete molto molto ripida e a un certo punto non c'era più ne sentiero ne nulla, solo delle corde alle quali aggrapparsi e arrampicarsi, senza protezioni ne altro. Molti sono tornati indietro, invece io, insieme ad altre donne, ci abbiamo provato. Volevo salire lassù, arrivare in cima. Passo, dopo passo, fatica su fatica ci sono arrivata. Lassù...era fantastico quello che vedevo. Lo rifarei ancora stupendomi nuovamente.
ACROBATICA SI FA PER DIRE
Di STEFANIA postato il 11/01/2015 21:02:25
La cosa più acrobatica che abbia mai fatto è quest'estate a Minorca dove ho deciso di salire in corsa sull'auto guidata dal mio ragazzo a 10km/h con la portiera aperta. Voleva simpaticamente lasciarmi li in una spiaggia sperduta e quindi ho preso coraggio e mi sono lanciata dentro, peccato che ho tirato una spallata alla carrozzeria e fieramente mi sono vantata dell'acrobazia, notando il forte acciacco:) Grande performance da circo ah ah.
Acrobazie in giardino
Di IRE postato il 10/01/2015 09:12:20
Avevo circa 9 anni e con il mio vicino di casa giocavamo al circo... nel giardino del mio amico ci stavano due file di tubi verdi e alti 2 metri e più, montati per sbattere i tappeti e stendere le lenzuola lontani circa 1 metro l'uno dall' altro... Il gioco consisteva nel arrampicasi sui tubi, dondolarsi e saltare da un tubo all altro come se fossimo degli acrobati! Che bei ricordi... Ne parliamo spesso con la mamma del mio amico che quando ci scopri ce ne disse di tutti i colori e mi spedì a casa in lacrime, ma oggi non posso far a meno di sorridere al pensiero!
ACROBATICAMENTE SVEGLIO
Di ANDREA postato il 08/01/2015 13:09:27
Appoggiato un piede e con l'altro ho schivato la bottiglia appoggiata per terra, faccio in silenzio per non svegliarla cosi dolce, impacciato mi muovo lentamente tentando di schivare l'acerrimo nemico del mio mignolo, si muove nell'ombra finalmente lo colpisco per punirlo ma lui al solito punisce me.. sul mignolo.. forse è arrivato il momento di aprire gli occhi. Non ancora, non prima di aver spento la sveglia e acceso la luce. Cavolo oggi dovrei tornare a letto.. no oggi no, non dopo questa acrobazia!
Sul ponte tibetano più lungo al mondo...
Di andy postato il 08/01/2015 10:55:31
D'accordo, ero imbragato e legato. Ma camminare sul ponte tibetano più lungo del mondo (quello di Clavière, che misura quasi 500 metri), sospeso a oltre 30 metri d'altezza fra le gole della montagna e un impetuoso torrente sotto di te, non è un'impresa da poco. Soprattutto se il ponte oscilla a ogni passo e con lui anche il tuo stomaco…
Mocio e sacco dell'immondizia.
Di Fabio postato il 08/01/2015 10:40:43
L'esperienza più acrobatica?! Beh, scoprire di avere solo due ore di tempo, prima che tornino i tuoi, per sistemare la loro casa dopo una festa di capodanno con più di trenta persone, dj-set e tavolo cocktail ecc. ecc. Mi sono sentito come la donna delle pulizie di Attila. Come un operatore AMSA al termine di una sfilata di carnevale di carri lanzichenecchi.
Il giro della morte
Di Leo postato il 08/01/2015 07:18:24
Ad Amburgo, nel 2000, con degli amici ci siamo trovati nel bel mezzo dei festeggiamenti per la festa cittadina e c'era la possibilità di fare il giro della morte in bicicletta. In una ruota enorme, era fissato un braccio a mo' di raggio a cui era fissata una mountain bike. Bisognava pedalare (e tanto!) per poter fare il giro della morte. Ci riusciva chiunque (anche ragazzini). Ci ho provato io e dopo svariati tentativi ci sono riuscito (grazie all'aiuto energico del giostrante). Che figura!!!!
flyemotion
Di simona postato il 07/01/2015 17:02:06
La cosa + "acrobatica" che ho fatto è stata buttarmi da una montagna appesa a un filo....mazza che paura!