Novecento. Vent'anni dopo a Milano

Eugenio Allegri porta in scena il personaggio di Alessandro Baricco

ATTENZIONE: Evento scaduto
«Dicono che la sua storia fosse pazzesca, che fosse nato su quella nave e che da lì non fosse mai sceso. Dicono che nessuno sapesse il perché.»
"Un pianista straordinario, dalla tecnica strabiliante, capace di suonare una musica mai sentita prima, meravigliosa". Sono le parole di Alessandro Baricco rivolte a Novecento, la cui storia è racchiusa in quel famoso monologo più volte ripreso a teatro e da cui è tratto il film La leggenda del pianista sull'oceano. Danny Boodman TD Lemon Novecento è un bambino abbandonato sul transatlantico Virginian e trovato da marinaio di colore che gli farà da padre fino all'età di otto anni, quando morirà. Comincia l'avventura di Novecento, musicista straordinario appunto, che mai, mai nella sua vita, scende da quella nave. Per la regia di Gabriele Vacis, in scena al Piccolo Teatro Studio Melato, sul palco Eugenio Allegri, attore per il quale, nel 1994, Baricco scrisse il suo capolavoro. 8 e 9 ottobre.