La spremuta a Milano

Una storia di mafia e razzismo che parte da un fatto di cronaca

ATTENZIONE: Evento scaduto

Un monologo per narrare una storia vera, forse passata troppo in fretta nel dimenticatoio. La spremuta - Rosarno, migranti, 'ndrangheta, di e con Beppe Casales, racconta, anzi ricorda al pubblico i fatti del 7 gennaio 2010 avvenuti in Calabria. A Rosarno, un paese simile a tanti altri pieno di immigrati che lavorano come braccianti alla giornata, tre africani vengono colpiti con una pistola ad aria compressa. Dal giorno dopo iniziano gli scontri tra polizia, stranieri e rosarnesi, che causano diverse decine di morti. Un grave episodio di razzismo, innescato dalla 'ndrangheta. 

Lo spettacolo di Casales, patrocinato da Libera - associazione contro le mafie e vincitore del premio "L'inutile del teatro" nel 2013, festeggia 120 repliche al Nuovo Teatro Ariberto. Un pezzo di teatro civile, impegnato, ma a tratti divertente. In scena pochi oggetti (un tavolo, delle arance, uno spremiagrumi, dell'acqua) per far concentrare lo spettatore sulla storia. Appuntamento al Nuovo Teatro Ariberto dal 7 al 9 novembre.