Ristorante Pescheria al 22 a Milano

Dal bancone alla cucina, in via Settembrini, il pesce fresco è servito

È una gita al mare, un tuffo nel blu: si viene accolti da un lungo bancone che espone il pescato del giorno, si svolta l'angolo e ci si ritrova in un ristorantino che sembra affacciarsi sulla spiaggia di un'isola mediterranea.

Immersa nell'atmosfera marinara di uno stabilimento balneare, con tanto di trompe l'oeil a tema, la Pescheria al 22 è un luogo dove acquistare fresche delizie ittiche o dove fermarsi per pranzo, a cena o per un aperitivo all'insegna di Nettuno.

Pescheria al 22 a Milano si trova in Via Settembrini, un tempio dedicato alla cucina di pesce, situato a due passi dalla Stazione Centrale.

Il banco del pesce all'ingresso della Pescheria al 22

Il banco del pesce all'ingresso della Pescheria al 22

SAPORE DI MARE, dal pesce crudo al pesce alla griglia

Accolti dai toni chiari del bianco e dell'azzurro, si entra nel mood ospitale di un'osteria marina con cucina a vista. Si può scegliere direttamente dal bancone il pesce preferito da far preparare al momento al forno o alla griglia o ci si può affidare alle proposte del giorno, segnalate su sfiziosi menu-lavagnette.

Il sapore del pescato riemerge in tutta la sua freschezza, in portate dal gusto delicato che rielaborano la materia prima in maniera calibrata. Gli scampi si fanno carpaccio e vengono serviti con carciofi, sale integrale, finocchietto selvatico e citronette al mandarino.

Si passa poi ai ravioli di branzino home made conditi con il calamaro e la sua salsa, erba cipollina, limone candito e bottarga e alla tagliata di tonno presentata su un'originale lastra di sale rosa dell'Himalaya che, riscaldata precedentemente nel forno, si trasforma in una piastra su cui proseguire a piacimento la cottura del pesce.

La tagliata di tonno su lastra di sale rosa dell'Himalaya

La tagliata di tonno su lastra di sale rosa dell'Himalaya

RUSTICO CON GUSTO, tra calamaro arrosto, impepata di cozze e cartoccio di alici impanate

Alla Pescheria al 22, piccoli accorgimenti interpretano i classici in un gustoso equilibrio di sapidità. Ecco quindi che il polipo e il calamaro vengono cotti a bassa temperatura, per poi essere arrostiti da un solo lato.

Il risultato è un'evoluzione di sapori, un gioco di fragranze che svela in purezza il tenero sapore del mare e lo trasforma in un croccante mangiar. E ancora, l'aragosta alla catalana viene servita con olio aromatizzato alla cipolla rossa di Tropea, accompagnata da verdure crude di stagione.

Se a cena prendono forma piatti che rivelano una ricerca moderna, all'insegna dell'equilibrio, a mezzogiorno è di scena una cucina rustica e prêt-à-manger: si va dalla profumata impepata di cozze servita in padella al cartoccio di alici impanate con zucchine fritte.

Per chiudere in bellezza, ci sono i dolci al cucchiaio fatti in casa come la spuma di tè al gelsomino o la golosa spuma di tiramisù calda con gelato alla nocciola, crumble di cacao e mandorle.

Il polipo arrostito con rucola e finocchio

Il polipo arrostito con rucola e finocchio

Correlati: Pescheria al 22 Milano

Guarda la Foto Gallery completa