Ristorante Fiori Oscuri a Milano

Nel cuore di Brera, serate musicali, aperitivi e cene nel segno della cucina mediterranea e delle tipicità piemontesi

Prende il nome dalla pittoresca strada di Brera su cui si affaccia e sublima nelle nuance del nero e dell’oro la sua anima eclettica e creativa. Fiori Oscuri è un ristorante dal piglio poliedrico, dove gustare piatti di cucina mediterranea a pranzo e a cena.

Uno spazio dove fermarsi dall’aperitivo all’after dinner, con tanto di djset e musica live. Ecco allora serate animate, dal giovedì al sabato, dove il gusto del food & beverage incontra le note della nightlife milanese.

Tre livelli descrivono i volti di Fiori Oscuri: l’area lounge, che vede protagonista l’ammaliante banco bar, l’area dinner con le sue intriganti mise en place su sfondi dorati e la sala al piano inferiore, palcoscenico di eventi, live set e dance floor.

Tre ambienti declinati nelle sfumature dello zecchino e del total black. Colori che dominano la scena, impreziosita dalle pareti artistiche con i quadri a rilievo della pittrice Graffio.

Un luogo dove estro e inventiva si fondono, fra lampadari di design e corner espositivi dedicati alle opere di giovani creativi.

Guarda il Fashion Trailer di: Fiori Oscuri Milano

TIPICITà PIEMONTESI E CUCINA MEDITERRANEA

In cucina? Lo chef Gianmaria Lazzari, ossolano come i titolari, affianca tipicità piemontesi a portate che cambiano stagionalmente e che interpretano i sapori di terra e di mare con leggeri e aromatici tocchi speziati.

E così, il piatto di salumi e formaggi misti è servito con il tradizionale pane nero di Coimo, antico prodotto da forno del Verbano a lievitazione naturale.

Un tripudio di bontà che vede duettare Toma della Val d’Ossola, Bettelmat dop, caciotta di capra e nostrano ossolano assieme alle chicche della maison Il Divin Porcello.

Si va dal crudo della Val Vigezzo alla pancetta arrotolata, dal salame di fegato d’oca alla mortadella, dalla bresaola secca al salame dell’Ossola.

E poi? Polpo e patate si trasformano in un inebriante timballo, arricchito dal gusto dei broccoli e dal profumo della crema tartufata di olive taggiasche.

Mentre il tris di melanzane declina l’ortaggio mediterraneo in caponata, involtini ripieni di stracchino e polpetta alla pizzaiola cotta in tempura.

I carciofi al forno si fanno gustosi, presentati in uno scenografico cestino di Grana Padano e accompagnati dal tocco orientale del riso alle verdure, dalle delicate note speziate.

Per primo? Si può optare per gli gnocchetti di castagne homemade serviti su letto di Toma dell'Ossola o per i tagliolini con carciofi, gamberi e bottarga. E per una divagazione esotica, c'è l'intrigante riso venere con gamberoni al curry.

Agli amanti del pesce è dedicata la tagliata di tonno in crosta di pistacchio, mentre i carnivori possono trovare soddisfazione nella tagliata di manzo garronese con rucola, scaglie di Grana e pomodorini.

Per un epilogo zuccherino e avvolgente, c'è il dolce di Tognazzi servito nel bicchiere: una rivisitazione del tiramisù al sapor di cacao e amaretto.

Il piatto con salumi e formaggi ossolani

Il piatto con salumi e formaggi ossolani

cocktail, aperitivi e serate a tema

Voglia di un drink? Nessun problema, perché l'abile bartender Ivan Patruno delizia con la sua arte mixologica e con liquide creazioni che vanno dai forgotten classic agli originali signature cockatil.

Sorsi che vanno dal French 75, un drink degli anni Venti oggi proposto a base gin, con succo di limone e Champagne, al Negroni Oscuri, un twist on Negroni dal gusto morbido e rotondo, con Campari, Vermouth, gin, Lillet Rouge e chocolate bitter.

Tutti i drink, all'ora dell'aperitivo, vengono serviti con un piatto di assaggi misti, tra cui gli immancabili affettati ossolani, le olive ascolane, le verdure in tempura e il pane di Coimo.

E il venerdì e il sabato, dalle 18.30 alle 22, è di scena Il Fioritivo. Ovvero? Due cocktail uguali vengono proposti al prezzo di uno solo.

Mentre il giovedì, a partire dalle 20, prende vita l'apericena con "il pirata" Marco Predolin: una serata all'insegna della musica dal vivo con buffet e drink (15 Euro).

Venerdì, invece, è il turno del "non solo cena", un animato dinner time, per trascorrere la soirée fra chicche mangerecce e live set (antipasto, primo, secondo e dolce: 35 Euro).

E il sabato? Ci si scatena nella sala inferiore, sulle note del divertente dj set di musica anni '80.

Il signature cocktail Negroni Oscuri

Il signature cocktail Negroni Oscuri

Correlati: Fiori Oscuri Milano

Guarda il Video
Visualizza il Menu