Ristorante Da Cecco a Milano

Piatti mediterranei e pizze cotte nel forno a legna fino a tarda notte

Mediterranea e sincera. Nell'essenza e nella sostanza. Qui, Da Cecco, la cucina è un ritratto italico servito a bocconi. Nella cornice di via Solferino, vicino alla storica sede del Corriere della Sera e a pochi passi da Corso Como.

Ha un giardino interno ed è perfetto per i classici spaghetti di mezzanotte, una pizza o uno gnocco fritto, visto che la cucina è aperta fino all'una.

UN AMBIENTE FAMILIARE E UNA CUCINA GENUINA

Cecco, alias Francesco, è il figlioletto di Antonio, patron del ristorante insieme alla sorella Teresa. "Noi cuciniamo col cuore", ama dichiarare Antonio con volto sereno. "Vogliamo che gli ospiti si sentano come a casa loro".

E accade proprio così, vuoi per la cordialità dei titolari, vuoi per le atmosfere rilassate, vuoi per le pietanze gustose e caserecce, dal pane fresco preparato tutte le mattine alle genuine torte con la frutta.

La saletta intermedia
La saletta intermedia

cucina mediterranea a base di pesce

Pochi fronzoli e tanta concretezza: qui, si mangia bene. La specialità della casa è il pesce, preparato seguendo le ricette tradizionali del Sud d'Italia, spaziando dalla Puglia alla Calabria, dalla Sicilia alla Campania.

Da provare la zuppa di cozze, pepata al punto giusto e servita in un saporito brodo al pomodoro, e l'antipasto misto con cappasanta e scampo gratinati al fianco di alici e gianchetti marinati.

Tra i primi, il cavallo di battaglia sono i vermicelli allo scoglio serviti nel cartoccio di pasta pizza; ma meritano un assaggio anche gli scialatielli con gamberi e pomodoro oppure i paccheri con vongole, carciofi e bottarga.

Per gli amanti del crudo, non mancano le tartare e i carpacci di tonno, salmone e pesce spada.

Il pesce: vermicelli alla Cecco serviti nel cartoccio di pasta-pizza
Il pesce: vermicelli alla Cecco serviti nel cartoccio di pasta-pizza

SAPORI MILANESI e ricette piemontesi

Trovandosi in via Solferino, una delle vie più note di Milano, il menu del ristorante non può che omaggiare la tradizione gastronomica della città proponendo una croccante e dorata costoletta, sia in versione primavera (con i pomodorini) sia alla lacrima (con formaggio fuso), nonché un cremoso risotto allo zafferano con ossobuco in gremolada (trito di prezzemolo, aglio e scorza di limone).

Gustoso anche il brasato con riduzione di vino rosso e polenta, mentre sono uno sguardo al vicino Piemonte i profumati tagliolini al tartufo di Alba.

Oltre a griglia e fornelli, c'è pure il forno a legna. Indispensabile per la cottura delle pizze. Una vera delizia è il Soufflé Da Cecco, calzone ripieno di mozzarella, crescenza e spinaci, ingentilito da rucola e grana.

Sapori ghiotti e rassicuranti, per un pranzo o una cena informale da concludere in punta di dita, assaggiando golose friandise come il croccante di mandorle e i biscottini al cocco e sorseggiando magari un Pantelleria Passito o un Pantelleria Moscato delle cantine siciliane Pellegrino, oppure il calabrese Vecchio Amaro del Capo.

Polenta e brasato
Polenta e brasato