Ristorante 72100 a Milano

Burrata di Andria, Capocollo di Martina Franca, bombette di Cisternino: le delizie del Salento son servite

Mettete due ragazzi giovani, Roberto e Christian, un forte legame con la loro terra d'origine, la Puglia, e la ricerca di prodotti freschi e genuini garantiti tutto l'anno.

Ecco come nasce 72100, osteria e wine bar nella centrale via Solferino a Milano, dove si può gustare il vero sapore del Salento a pranzo e a cena.

Perché questo nome? È il codice di avviamento postale di Brindisi. Ed è da lì, ma non solo, che giungono le materie prime. In dispensa, eccellenze quali l'olio di Mesagne (Brindisi), le orecchiette e gli stacchioddi artigianali del pastificio Suma di Ceglie Messapica (Brindisi). E ancora, la burrata e la stracciatella di Andria (BAT) e il capocollo di Martina Franca (Taranto).

Guarda il Fashion Trailer di: 72100 Milano

sapor salento: pittule, orecchiette e stacchioddi

Una terra dalle mille sfaccettature e dalle profonde tradizioni che da 72100 vogliono essere rispettate. Cosa gustare dunque? Per cominciare, succulenti taglieri di salumi (capocollo, sopressata piccante, pancetta e salame al tartufo) e formaggi (burrata, stracciatella, nodini, caciocavallo podolico e primosale), spesso serviti con un cestino di "pittule", stuzzicanti palline di pasta fritta

Orecchiette e stacchioddi (una sorta di maccheroncini al ferretto) vengono serviti in quattro interpretazioni. Al sugo con cacioricotta di Serranova; con cime di rapa e acciughe; "alla barese", con polpette e mozzarella filante; con crema di fave e capocollo.

Le orecchiette nel coccio

Le orecchiette nel coccio "alla barese"

le polpette della nonna e le bombette di cisternino

Tra i secondi, ricette "scalda cuore" come la parmigiana, le polpette della nonna e le bombette di Cisternino: golosi involtini di maiale ripieni di Canestrato Pugliese dop e un pizzico di pepe. Una vera delizia dal cuore filante.

La carne di cavallo? Non manca, servita a carpaccio utilizzando solo il filetto e ingentilita da un filo d'olio extra vergine d'oliva.

In menu non solo carne, ma anche specialità vegetariane, come il macco pugliese, saporita purea di fave e cicoria.

La

La "signora" parmigiana

IL PASTICCIOTTO E UNA WINE LIST TUTTA PUGLIESE

La vera chiusura di un pasto Made in Salento non può che essere addolcita dal pasticciotto leccese. Preparato con una frolla profumata e fragrante e ricco all'interno di crema pasticcera, si classifica nella top list dei prodotti tipici della regione.

Ricca la lista dei vini, tutti pugliesi, dove si possono contare più di cinquanta etichette, fra rossi, bianchi e rosati. Chicca della casa è il "72100" delle Cantine Risveglio di Brindisi, un Salento igt prodotto con uve negroamaro. Un nettare con un'importante struttura, avvolgente al palato e ottimo per accompagnare le proposte più saporite del menu.

Il tradizionale dolce salentino: il pasticciotto

Il tradizionale dolce salentino: il pasticciotto

Correlati: 72100 Milano

Guarda il Video
Visualizza il Menu