Un Po di cinema a Milano

Le rive del fiume hanno ispirato alcuni tra i capolavori del cinema italiano, ora in rassegna

ATTENZIONE: Evento scaduto
Una rassegna, che culmina con il capolavoro viscontiano Ossessione, privilegia le pellicole girate sul fiume più lungo d'Italia: Un Po di cinema mette insieme otto film e due documentari, le cui proiezioni (tutte al MIC) vengono precedute da preziosi cortometraggi di Florestano Vancini, il cui amore per la terra natale, specie per il delta del Po, ha animato i suoi esordi.

Tra i titoli più significativi del cinema italiano ambientate nel meraviglioso scenario delle rive del Po troviamo due film di Ermanno Olmi: Lungo il fiume e I cento chiodi. Non solo Olmi: Antonioni è presente con Il grido, Mazzacurati con Notte Italiana. E poi ancora troviamo La donna del fiume di Mario Soldati, che consacrò la Loren come star e La casa dalle finestre che ridono di Pupi Avati, un noir che sconfina nell'horror, carico di suspense e tensione. Infine, il memorabile esordio di Luchino Visconti, Ossessione, che più che un film è ormai un manifesto, un simbolo che aprì la strada al neorealismo postbellico.

I documentari proposti sono invece il recentissimo road movie di Paolo Casalis, Vento. L’Italia in bicicletta lungo il fiume Po e infine Il risveglio del fiume segreto, realizzato nel 2012 da Alessandro Scillitani, con il giornalista Paolo Rumiz.