Lars von Trier a Milano

Genio e sregolatezza del regista danese in una selezione dei suoi film migliori

ATTENZIONE: Evento scaduto

Dieci film per esplorare il mondo, le immagini e le fobie di un autore estremo: Lars von Trier.

La rassegna, proposta al MIC - Museo Interattivo del Cinema, viene aperta da The Kingdom – Il regno. Non un film, dunque, ma una miniserie televisiva di grande successo a metà tra horror e commedia.

"Melancholia"

GENIO E SREGOLATEZZA DI LARS VON TRIER: UN CINEASTA CON I FIOCCHI SULLO SCHERMO DEL MIC

Celebre per aver lanciato il movimento Dogma 95, oltre che per i suoi atteggiamenti anticonformisti e controversi, Von Trier è diventato uno degli autori cinematografici più innovativi ed influenti del cinema contemporaneo.

Tra i lungometraggi in calendario al MIC, il minimalista e sperimentale Dogville, primo film di una trilogia, per il momento rimasta incompiuta, con una straordinaria Nicole Kidman.

Ecco anche lo splendido Dancer in the Dark, girato interamente con camera a mano e definito dal suo autore un anti-musical. L'interprete stavolta è una sublime Björk.

Un altro immancabile capolavoro è poi Le onde del destino. Della produzione più recente viene proposta la cosiddetta "trilogia della depressione".

Legata a un periodo di malattia dello stesso Von Trier, che tenta di risollevarsi attraverso la narrazione cinematografica, ne fanno parte Antichrist e Nymphomaniac, entrambi con Charlotte Gainsbourg, e infine Melancholia, con protagonista Kirsten Dunst.