La Grande Arte al Cinema a Milano

Viaggio nei musei più ricchi e la scoperta dei capolavori di grandi artisti. Stando comodi in poltrona

ATTENZIONE: Evento scaduto
Fondazione Cineteca Italiana inaugura una rassegna che abbraccia le arti, non solo la Settima. La Grande Arte al Cinema è dedicata infatti ai più importanti musei del mondo e alle mostre più attese della stagione, tutti raccontati su grande schermo.

Prenderanno vita allo Spazio Oberdan, fra gennaio e giugno 2015, sette visite esclusive nelle sale dell'Hermitage di San Pietroburgo, dei Musei Vaticani (proposti in 3D), ma anche in quelle che espongono grandei retrospettive dedicate a Matisse, Vermeer, Rembrandt, Van Gogh e agli Impressionisti.

L'iconica scala dei Musei Vaticani

L'iconica scala dei Musei Vaticani

UNA RASSEGNA PER ESPLORARE I MUSEI PIÙ BELLI E SCOPRIRE LE OPERE DEGLI ARTISTI PIÙ AMATI

I film in programma sono stati realizzati da grandi produzioni internazionali e, grazie anche alla tecnologia digitale, conducono gli spettatori alla scoperta di artisti, dipinti e spazi museali d'eccezione.

Una sorta di tour delle eccellenze museali e artistiche dunque, stando però comodi in poltrona. L'esperienza è emozionante: quadri e sculture sono proposti nel dettaglio, lo spettatore è guidato dal racconto di esperti critici e organizzatori di mostre.

Sette gli appuntamenti previsti: tre nel mese di gennaio (la storia del Museo dell'Hermitage l'8 gennaio, i dipinti di Matisse il 22 e gli stupefacenti Musei Vaticani il 15); due in febbraio (uno dedicato a La ragazza con l'orecchino di perla di Vermeer e l'altro alla retrospettiva di Rembrandt) e due fra aprile e giugno 2015 (con un appuntamento dedicato a Van Gogh e infine agli impressionisti).