Palestra Kenko a Milano

Un mini centro olistico dove praticare il Gyrotonic Expansion System

La sua forza sta nella calma con la quale si possono eseguire i diversi movimenti. Che sono sferici e circolari, al fine di disegnare grandi e piccole spirali ideali nell'aria. Con le braccia, con le gambe, con la schiena e con tutto il corpo. Il Gyrotonic Expansion System è la tecnica messa a punto da Juliu Horvath per consentire una maggiore flessibilità e agilità del corpo utilizzando particolari attrezzi ed eseguendo determinati esercizi. Ecco allora allungamenti, stiramenti e ondeggiamenti che vanno a impegnare muscoli, tendini, legamenti e articolazioni in un moto tridimensionale e funzionale al miglioramento di postura, equilibrio e coordinazione neuromuscolare. Insomma, una tecnica di remise en forme che sposa decisamente il concetto olistico dello star bene, visto che a rilassarsi sono sia il fisico che lo spirito. Un sistema, tra l'altro, adatto a tutti e a tutte le età, perché morbido e fluido. Con la respirazione a fare la parte del leone, sincronizzata e ritmata sugli esercizi stessi.

LA STANZA DELLE ENERGIE - Per chi vuole sperimentare il Gyrotonic senza lo stress della palestra, della gente e della confusione, la soluzione si chiama Kenko. Significa "salute" ed è un piccolo centro specializzato nel metodo di Horvath. A condurlo è Michela Cavasin, personal trainer laureata in scienze motorie. "Mi ero stancata del supermercato del fitness", confessa Miachela, "e volevo lavorare in maniera personalizzata sulla mobilità e tonificazione muscolare nel pieno rispetto delle articolazioni". Detto, fatto. Il suo è uno spazio di appena diciassette metri quadrati ma molto ben valorizzati. Una mini oasi al primo piano di una casa ringhiera dall'autentica atmosfera meneghina, con tanto di cortile fiorito a vista. Un ambiente raccolto e accogliente, fatto di poche cose e di un attrezzo fondamentale: il Pulley Tower, costituito da una panca, cavi, attrezzi e pesi per confrontarsi con le proprie energie. "Il Gyrotonic però lavora anche sulla bioenergia", continua Michela, "andando a stimolare la quinta linea delle mani e dei piedi". Le braccia e le gambe intanto di tendono e si stendono, la schiena si allunga e la mente si rilassa. E Michela è sempre presente e segue passo passo, con metodo personalizzato ogni persona, creando dialogo e interscambio. Ogni seduta dura una cinquantina di minuti e la si può prenotare anche una mezzora prima. Consigliati i pacchetti da cinque o dieci sedute. I costi: 25 euro a lezione, se si prenota due volte nella stessa settimana, 30 euro se solo una volta.