Museo del Cinema Milano

MIC - Museo Interattivo del Cinema a Milano

In Zona Bicocca, uno spazio multimediale interamente dedicato alla Settima Arte

Là dove c'era l'erba e la Manifattura Tabacchi ora c'è il MIC - Museo Interattivo del Cinema, un luogo interamente dedicato alla Settima Arte, che coinvolge i cinque sensi e che racconta il fascino del lungometraggio a grandi e piccini.

In Viale Fulvio Testi, una collezione di preziosi pezzi che compongono la collezione della Fondazione Cineteca Italiana si uniscono ai percorsi interattivi e multimediali che accompagnano i visitatori alla scoperta della Storia del Cinema.

MIC, il Museo del Cinema a Manifattura Tabacchi

MIC, il Museo del Cinema a Manifattura Tabacchi

UN MUSEO INTERATTIVO RACCONTA LA STORIA DEL CINEMA, ANCHE AI BAMBINI

Il pubblico può sperimentare in prima persona diversi aspetti della produzione cinematografica, come l'uso della cinepresa e il montaggio o come l'arte del doppiaggio. Aperto dal martedì alla domenica, anche d'estate, il MIC propone numerose rassegne, incontri, workshop, proiezioni, visite guidate.

Non solo. La Fondazione Cineteca Italiana pensa anche ai bambini. Per far scoprire ai più giovani la magia del cinema in una chiave nuova, il MIC propone un ricco programma di proiezioni di lungometraggi per l'infanzia e di workshop tenuti da professionisti per avvicinare i ragazzi ai segreti della pellicola. Lo stesso spazio propone interessanti percorsi formativi rivolti ai futuri cineasti, con campus settimanali.

MIC Milano, lo spazio interno

MIC Milano, lo spazio interno

IL NUOVO PERCORSO MULTIMEDIALE

Dal 2014 c'è una novità. Un nuovo percorso multimediale, sospeso tra passato e futuro, è visitabile su prenotazione e permette di entrare nelle segrete della Cineteca, attraverso il Tunnel dei sogni e il Nuovo Archivio storico dei film.

Pareti allestite con immagini raccontano per 54 metri la storia della pellicola, la sua morte e la sua rinascita in digitale. Il tunnel è un luogo di passaggio che intreccia la storia della Cineteca con la storia del cinema.

Non a caso, il primo documentario dedicato alla Cineteca realizzato da Luigi Comenicini, Il museo dei sogni (1949), voleva raccontare un museo ideale dove i sogni e l'immaginario del cinema prendessero vita. Adesso è possibile. Per maggiori informazioni e la programmazione degli eventi al MIC, consultare il sito.