Mostra Le dame dei Pollaiolo a Milano

Quattro ragazze per i due talentuosi fratelli e per una mostra d'eccezione

ATTENZIONE: Evento scaduto
Si ritrovano per la prima volta sotto il tetto del Museo Poldi Pezzoli quattro preziosi ritratti femminili realizzati dalle mani di Antonio e Piero del Pollaiolo.

Immancabile il simbolo del museo milanese: il celebre e affascinante Ritratto di dama, capolavoro della ritrattistica fiorentina della seconda metà del Quattrocento, tornato dal 25 luglio nella sua sede dopo una trasferta in Giappone.

Le quattro dame del Pollaiolo sul manifesto della mostra al Poldi Pezzoli
Le quattro dame del Pollaiolo sul manifesto della mostra al Poldi Pezzoli

QUATTRO DAME AL MUSEO (E I LORO GIOIELLI)

Il Poldi Pezzoli ospita così un incontro d'eccezione: la speciale "reunione" delle dame è stato possibile grazie a prestiti in arrivo dalla Gemäldegalerie di Berlino, dal Metropolitan Museum of Art di New York e dagli Uffizi di Firenze.

Insieme alle eleganti signore, arrivano nelle sale del museo anche dipinti, sculture, disegni, incisioni, oreficerie, a testimonianza del grande talento dei due fratelli Pollaiolo e della loro bottega.

Ritratto femminile (detto Ritratto di dama), Piero del Pollaiolo (?), Museo Poldi Pezzoli
Ritratto femminile (detto Ritratto di dama), Piero del Pollaiolo (?), Museo Poldi Pezzoli

LE ATTIVITÀ PARALLELE

A corollario della mostra, sono stati ideati alcuni shooting fotografici, allestiti in alcuni dei luoghi simbolo di Milano come Palazzo Morando, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, Piazza Gae Aulenti.

Autori degli scatti sono fotografi celebri come Maki Galimberti, Giovanni Gastel, ma anche giovani promettenti (tra i quali, gli ex allievi del corso per Fotografi di scena dell'Accademia Teatro alla Scala).

Soggetto dei ritratti è il pubblico femminile, invitato a disporsi di profilo per ricreare moderne dame immortalate "à la Pollaiolo".

Le fotografie verranno diffuse on line, sui media istituzionali del Museo e su alcune delle principali testate nazionali.