Mostra Hayez a Milano

La vita e il percorso creativo dell'artista fra Romanticismo e Risorgimento

ATTENZIONE: Evento scaduto
Memorabili i suoi nudi femminili, intrisi di una sensualità unica in tutto l'universo romantico italiano ed europeo. Per sognare fra tele, malinconia ed echi storici.

Francesco Hayez è protagonista di una grande mostra in programma alle Gallerie d'Italia in Piazza Scala dal 7 novembre al 21 febbraio. Un allestimento con circa 120 opere curato da Fernando Mazzocca con il coordinamento generale di Gianfranco Brunelli, in collaborazione con Accademia di Belle Arti, Pinacoteca di Brera di Milano e Gallerie dell'Accademia di Venezia.

Il bacio, Francesco Hayez, 1859

Il bacio, Francesco Hayez, 1859

francesco hayez, un genio per tanti stili

Il percorso espositivo segue una successione cronologica, che racconta la vita e il percorso creativo del grande pittore: dagli anni della formazione tra Venezia e Roma, nell'ambito del Neoclassicismo, all'affermazione a Milano come protagonista del movimento Romantico e del Risorgimento accanto a Verdi e Manzoni, che insieme a lui furono tra i principali fautori dell'unità culturale italiana.

In mostra i capolavori più famosi, ma anche alcuni inediti, presentati al pubblico per la prima volta. Una delle chicche dell'esposizione è li sorprendente accostamento delle tre versioni del Bacio, a dimostrare la genialità di un artista che oscilla abilmente fra diversi generi come pittura storica, sacra, ritratto, mitologia e orientalismo, tendenza formale molto in voga all'epoca.

Memorabili i suoi nudi femminili, intrisi di una sensualità unica in tutto l'universo romantico italiano ed europeo. Per sognare fra tele, malinconia ed echi storici.

Santa Maria Maddalena penitente nel deserto, Francesco Hayez, 1825

Santa Maria Maddalena penitente nel deserto, Francesco Hayez, 1825