Mostra Discover the other Italy a Milano

I protagonisti del Made in Italy al servizio dell'arte negli scatti di Giovanni Gastel

ATTENZIONE: Evento scaduto
Si intitola Discover the other Italy e non è solo una mostra, è un vero e proprio progetto per raccontare l'Italia attraverso una selezione di 210 fotografie.

Un numero non scelto a caso: ogni Regione italiana è infatti rappresentata da dieci scatti, mentre dieci sono anche gli scatti realizzati solo a Milano.

Tutti sono esposti a Palazzo Lombardia, sede dalla Giunta regionale lombarda, fino al 18 dicembre.

Violante Placido ©Giovanni Gastel

Violante Placido ©Giovanni Gastel

IL RACCONTO FOTOGRAFICO DI UN PAESE A PALAZZO LOMBARDIA

Tante immagini per mettere l'accento su luoghi non così scontati e famosi della Penisola, ma anche sui borghi, sui monumenti, le arti e le tradizioni da riscoprire del nostro Paese.

Dietro l'obiettivo troviamo ventuno fotografi: ciascuno selezionato in tutta Italia fra centinaia di candidati, originari per lo più della Regione di riferimento.

IL FOTOGRAFO GIOVANNI GASTEL OSPITE D'ONORE DELLA MOSTRA

Ma tra tanti autori per lo più sconosciuti c'è un ospite speciale, il fotografo Giovanni Gastel, autore di tanti servizi di moda ed eccellente ritrattista, che per la mostra milanese ha realizzato 25 ritratti d'autore.

Una sorta di mostra nella mostra che costituisce la sezione I protagonisti del Made in Italy al servizio dell'arte all'interno del percorso espositivo di Palazzo Lombardia.

Questa breve galleria riunisce personalità italiane della cultura, dello sport: da Stefano Accorsi a Ferruccio Ferragamo, da Monica Bellucci a Tiziano Ferro, da Fabio Novembre a Massimiliano Rosolino, e ancora tanti tanti altri.

Fabio Novembre ©Giovanni Gastel

Fabio Novembre ©Giovanni Gastel

UN PROGETTO ITINERANTE

Come si diceva, Discover the other Italy è un vero e proprio progetto: la mostra è infatti itinerante e arriva a Milano dopo essere stata proposta in Costa Smeralda.

Il ricavato dell'esposizione meneghina andrà interamente a favore del recupero di Villa Arconati di Bollate, la "piccola Versailles" alle porte di Milano.