Mostra Black Hole Fun a Milano

Una personale firmata PAO, con oltre 20 creazioni tra 2D e 3D

ATTENZIONE: Evento scaduto

Artea Gallery (www.arteagallery.it) ospiterà nel suo nuovo spazio, dal 28 febbraio al 30 marzo, la mostra Black Hole Fun, personale dell’artista Paolo Bordino, conosciuto come PAO.

Oltre 20 creazioni tra dipinti 2D e 3D, sculture e sperimentazioni su vetroresina e legno, realizzate negli ultimi due anni di attività dell’artista, condurranno il visitatore in un viaggio verso un “buco nero” poliedrico popolato da incredibili personaggi.

Private eye - 2014, acrilico su tela

Private eye - 2014, acrilico su tela

Oggetti ordinari si trasformano in qualcosa di unico e straordinario

“Come Schopenhauer suggerisce, l’artista vede quel che nessun altro riesce a vedere e ce lo ripropone sotto forma di performance, tele, sculture o, come nel caso di Pao, di un mix pop che fonde arte, design e creatività".

Così i dissuasori della sosta a forma di «panettone» si trasformano in pinguini, i semafori in palme, i lampioni in margherite e poi in Chupa-Chups, le pompe dell’acqua in cani, gli scivoli del marciapiede in fette di limone e tanto altro ancora.

"In questa mostra, Pao ci racconta una società ingrassata ironicamente rappresentata dalla serie Donuts, dove grosse ciambelle dopate ingannano lo spettatore trasformando il concavo in convesso. Si diverte a riprodurre la tridimensionalità immaginaria di oggetti in due dimensioni", descrivono nel catalogo Jacopo Perfetti, Pao e Alessandro Deponti.

Black Hole Fun è una riflessione ironica e profonda sui nostri tempi che ci fa andare oltre "la luce iridescente del nostro monitor per svelarci quello che ci sta dietro".