Mostra Il design italiano oltre le crisi

Mostra Auto da sé a Milano

Settima edizione del Triennale Design Museum: focus su autarchia, austerità e autoproduzione

ATTENZIONE: Evento scaduto
Una storia "alternativa" del design italiano, fatta anche di episodi all'apparenza minori, attraverso una selezione di oltre 650 opere di autori

La settima edizione del Triennale Design Museum quest'anno riflette su autarchia, austerità e autoproduzione nella mostra Auto da sé.

Le tematiche vengono affrontate attraverso uno sguardo su tre periodi storici cruciali del design italiano: gli anni Trenta, gli anni Settanta e gli anni Zero.

Studio Formafantasma, Autarchy, 2010. Courtesy Studio Formafantasma

Studio Formafantasma, Autarchy, 2010. Courtesy Studio Formafantasma

IL DESIGN ITALIANO OLTRE LA CRISI IN TRIENNALE

L'idea dei curatori dell'esposizione è che il progettare negli anni delle crisi economiche sia una condizione particolarmente favorevole allo stimolo della creatività progettuale.

Il percorso espositivo si fa vera e propria storia "alternativa" del design italiano, fatta anche di episodi all'apparenza minori, attraverso una selezione di oltre 650 opere di molti, moltissimi designer.

Qualche nome? Franco Albini, Gio Ponti, Piero Fornasetti, Bruno Munari, Alessandro Mendini, Enzo Mari, Formafantasma, Lorenzo Damiani, Paolo Ulian.

L'AUTOPRODUZIONE ATTRAVERSO TRE DECENNI DI DESIGN

Una grande stanza/vetrina accoglie in un solo colpo d'occhio una selezione di oggetti rappresentativi dei tre periodi. Siamo all'ingresso della mostra.

Qui gli oggetti sono mescolati in modo che periodi distanti si incontrino e il visitatore possa così avere una visione di insieme delle differenze o similitudini.

Per il progetto di allestimento sono stati scelti materiali che rievocano il lavoro artigianale e autoprodotto: il metallo e l'OSB, UN materiale composito di pezzi di legno di pioppo del Monferrato.