La balera dell'Ortica a Milano

Giochi, balli, mercatini e cucina regionale nel cuore dell'Ortica

"Se la Balera dell'Ortica fosse una canzone sarebbe una qualunque purché suonata con il Du Bott". Parola di Marina, biondissima e tatuata che, con la gemella Veronica, mamma Rita e papà Antonio gestisce la Balera dell'Ortica, nel cuore dell'omonimo quartiere a Milano.

Cos'è il Du Bott? La tipica fisarmonica abruzzese, organetto che viene suonato solo con sue bassi, du bott appunto.

L'anima della Balera è tutta qui. Atmosfera famigliare, buona musica e cucina tipica regionale, romagnola e abruzzese, tra un mercatino vintage e una partita a bocce.

Guarda il Fashion Trailer di: La balera dell'Ortica Milano

MUSICA E GARAGE MARKET, ALL'ORTICA COME A CASA

Giovani designer, ladies dal look stravagante o rétro, famiglie con bambini. Oppure fedeli storici del quartiere, come quella coppia di tenerissimi novantenni che qui alla Balera dell'Ortica, dove si sono conosciuti, hanno festeggiato le nozze di platino.

Il mood è quello della sagra di paese. Ci si sente in famiglia, si può social-izzare, può farlo anche chi per "amaro" intende solo il gusto del caffè e non il filtro più vintage di Instagram.

La Balera è così. Tra una partita alla bocciofila, aperta tutti i giorni, lezioni di ballo, mercatini e piatti regionali, più che un locale è un modo di essere. Che piace a tutti.

Sarà perché qui si impara a ballare lo swing e il boogie woogie. Sarà perché si organizzano i Garage Market stagionali, appuntamenti con il mercatino dell'usato, handmade e vintage associato alla festa dell'uva, della porchetta o delle castagne. Sarà per il gioco dell'oca. Oppure Sarà perché ti amo, perché queste chicche, dal vivo o in diffusione, all'Ortica non mancano mai.

I tavoli dell'Ortica

I tavoli dell'Ortica

TRATTORIA DELL'ORTICA, PIATTI REGIONALI FATTI IN CASA

Ti porterò nei posti dove c'è del buon vino e festa, festa fino al mattino. Chissà se Piero Pelù si riferiva alla Balera. Il buon vino c'è, quello dell'Oltrepo Pavese, della cantina di papà Antonio. Il tutto per accompagnare la cucina di mamma Rita, romagnola, e di Paola, abruzzese.

Un menu che cambia di giorno in giorno, in base ai prodotti di stagione, semplice, che racconta l'Italia. Dalla pasta e fagioli alla lasagna di carne, dagli arrosticini con patate alla porchetta. Martedì polpette, mercoledì polenta. Giovedì? Gnocco fritto, rigorosamente fatto in casa, #chetelodicoafare.

E siccome domenica è sempre domenica, ma anche sabato è sempre sabato, ecco la proposta del brunch del sabato all'Ortica. French toast con uovo n'goppa, mozzarella in carrozza, uova strapazzate o all'occhio di bue.

Oppure i pan cake con marmellata o succo d'acero per darsi quel tono così goloso e ammerigano. Ogni sabato dalle 11 alle 14.30, fino al 21 novembre. La trattoria invece è aperta dal martedì al sabato dalle ore 20. La bocciofila e il bar sono aperti tutti i giorni, dalle 14 alle 17.30.

La bocciofila dell'Ortica

La bocciofila dell'Ortica

Correlati: La balera dell'Ortica Milano

Guarda il Video