Galleria Maria Cilena a Milano

La galleria Maria Cilena è sita in v. Ariberto 17 Milano, nella storica conca del Naviglio e vicina a S. Ambrogio. Lo spazio fisico di questo luogo è all’incrocio fra le vie Ariberto ed Ausonio, e si affaccia ad angolo con tre ampie porte/vetrine. Questa “privilegiata” posizione, facilita la ricerca del visitatore. La Galleria Maria Cilena, sin dal 1989 è interessante per la fluidità con cui avviene il passaggio tra l’esterno e l’interno, il dentro e il fuori.... temi che hanno suggerito agli artisti esposizioni di grande impatto visivo/emotivo. L’ambito artistico in cui opera la Galleria è quello specifico dell’arte contemporanea, proponendo artisti già affermati e giovani talenti. Maria Cilena, che dirige la galleria, ha volutamente seguito diversi percorsi del linguaggio contemporaneo, privilegiando per qualche tempo la scultura che ha avuto ed ha un suo particolare percorso storico.
    
Ha dato spazio ad artisti quali Pier Paolo Calzolari, Claudio Parmiggiani, Thom Puckey (Olanda) Mauro Stacciali, Antonio Trotta, Giuseppe Uncini; mettendo a confronto anche artisti stranieri e una generazione di giovani artisti che dalla fine degli anni ottanta ha sviluppato singole scelte linguistiche (Joan Bankemper (U.S.A) Fausto Bertasa, Michele Chiossi, Riccardo De Marchi, Francesco Garbelli, Silvia Levenson, (Argentina), Bartolomeo Migliore, Guillaume Paris (Francia), Alessandro Traina; Segue le recenti ricerche di video-arte e Computer-arte (Simonetta Fadda, Elisabetta Filocamo, François Perrin), oltre a singoli artisti di una generazione precedente che sviluppano una particolare ricerca (Irma Blank, Dadamaino, Elisabeth Scherffig, Vettor Pisani, Cecile Wick).  
   
Non ha neppure trascurato la pittura come dimostrano le recenti mostre di Clara Brasca, Florencia Martinez, Alberto Moretti, Ko Aarts (Olanda), Enrico Bertelli, Marina Calamai, Gianni Cella (anche scultore). I criteri di valutazione e selezione vanno oltre lo spazio fisico perchè maria cilena visita gli studi degli artisti in Italia e all’estero e il progetto di lavoro, la spinge a presentare anche le opere degli artisti giovani in Fiere d’Arte Moderna e Contemporanea.