Concerto Tim Berne's Snakeoil a Milano

Sentieri Selvaggi e Carlo Boccadoro live con il celebre sassofonista

ATTENZIONE: Evento scaduto

Tim Berne, sassofonista e compositore americano, e poi Snakeoil, il suo pluripremiato gruppo, insieme ad Aperitivo in Concerto dove hanno intenzione di dialogare con Sentieri Selvaggi, notissimo gruppo milanese, apprezzato internazionalmente per il lavoro svolto nel campo della nuova musica contemporanea.

Il tutto diretto da Carlo Boccadoro, compositore e interprete che ha riscritto per organico allargato alcune composizioni di Berne.

Un incontro originale, musicalmente sensibile, di grande impatto. Appuntamento al Teatro Manzoni domenica 8 marzo.

Un'immagine del gruppo

Un'immagine del gruppo
SCRIVI & VINCI CON LA COMPETITION
2 Biglietti Omaggio
Descrizione: Un incontro curioso e originale quello che va in scena al Manzoni con tutti questi prestigiosi artisti. Raccontateci l'incontro che ha cambiato la vostra vita. Dove, con chi. Due biglietti per il concerto alla risposta più curiosa.
Scadenza: 03/03/2015 alle 23.59
Visualizza tutte le Competition
COMPETITION SCADUTA
Ha Vinto: Leo
Commento: Potrei dire mia moglie (e di sicuro è stato l'incontro più folgorante), ma questa volta cito una persona con cui ho parlato 15 minuti al massimo, dove avevo la sala prove con il mio vecchio gruppo. In 15 minuti, abbiamo fatto discorsi profondissimi su quello che ciascuna persona incontrata in vita, diventa parte della tua vita stessa, anche se l'hai vista solo di sfuggita.
Presenti 7 commenti.
La passione e la forza....
Di Roberta postato il 24/02/2015 17:34:13
Il suo soffio è passione da note di forza....
giorno per giorno
Di Mary postato il 02/02/2015 18:28:38
Chi mi ha cambiato la vita?l'ex ...mi ha fatto capire che la gente è fragile ed è capace di costruire e dallo stesso tempo distruggere... ma in tutto questo non è detto che tu ci possa fare qualcosa...io che ero stata una programmatrice mi sono trovata ad imparare a vivere giorno per giorno
John Zorn e la Masada orchestra
Di diego mariani postato il 19/01/2015 13:57:15
Il mio incontro più curioso, o uno di questi di sicuro, è stato quello con John Zorn e la masada electric orchestra proprio al Manzoni, ad un aperitivo musicale domenicale di ormai quasi 10 anni fa. Fu devastante. La cosa che mi colpì e mi rimase impressa di più, anche per il fatto che fu davvero esilarante, fu il darsela a gambe di due anzianissime signore con l'abbonamento ai concerti del Manzoni, forse convinte di assistere a una performance più "leggera". Infatti i primi 5 minuti di live sono stati letteralmente uno Tsunami di onde sonore, davvero spettacolare.
Il mio fratellino...
Di Laura postato il 16/01/2015 13:36:21
L'incontro che ha cambiato la mia vita è avvenuto in una bianca stanza d'ospedale, quando la mia mamma ha dato alla luce il mio fratellino... Io avevo solo 6 anni ma, appena il mio sguardo ha incrociato i suoi grandi occhi verde smeraldo, ho capito subito che da quel giorno la mia vita sarebbe totalmente cambiata; che non sarei più stata al centro dell'attenzione dei miei genitori ma sarei diventata la sorella maggiore, il cui unico compito sarebbe stato quello di dare il buon esempio al nuovo arrivato... Se quando ero piccola Eugenio era il mio rivale, oggi mi rendo conto che non potrei vivere senza la sua compagnia!!!
Dante
Di Fabio postato il 08/01/2015 10:52:25
Senza dubbio l'incontro con Dante. Era nel mezzo del cammin di sua vita. Solo, in un bosco con una lonza (magra, come aveva espressamente chiesto al macellaio di fiducia). Prima che incontrasse l'amico Virgilio, mi fece un cenno col capo. Incuriosito lo seguii per cento canti e mesi di lettura che mi fecero totalmente innamorare della Commedia. Da allora, il viaggio continua, con altri compagni, altre pagine, altri amori.
Il maestro di calcio
Di Alice postato il 15/11/2014 00:42:44
Ero sfegatata di un cantante qualche anno fa. Ragazza degli anni '80 che bacia lacrimante il vinile col volto delle sua star preferita. Ho conosciuto un ragazzo un giorno. E un giorno ho conosciuto anche il cantante, era il suo maestro di calcio.
Ignoto
Di Leo postato il 29/09/2014 17:09:34
Potrei dire mia moglie (e di sicuro è stato l'incontro più folgorante), ma questa volta cito una persona con cui ho parlato 15 minuti al massimo, dove avevo la sala prove con il mio vecchio gruppo. In 15 minuti, abbiamo fatto discorsi profondissimi su quello che ciascuna persona incontrata in vita, diventa parte della tua vita stessa, anche se l'hai vista solo di sfuggita.