Concerto Matt Bianco a Milano

La band di Get Out of Your Lazy Bed ritorna live a Blue Note

ATTENZIONE: Evento scaduto

Un piacevole ritorno quello dei Matt Bianco al Blue Note, adesso con tre date, una dopo l'altra, ognuna delle quali prevede un doppio appuntamento.

Insomma un carico di musica latin, jazz e funky con la vena più popular del trio dei fondatori di questo gruppo, uno tra i più interessanti e amati del pop degli anni Ottanta.

Un tripudio di note che fa rima con acid jazz e con quel segno di riconoscimento tipico dei Matt Bianco. Uno stile soul sofisticato e frizzante e improntato a un jazz di largo consumo. Get Out of Your Lazy Bed, Half a Minute e altri successi live al Blue Note dall'1 al 3 ottobre.

Al Blue Note, il ritorno di Matt Bianco

Al Blue Note, il ritorno di Matt Bianco
SCRIVI & VINCI CON LA COMPETITION
2 Biglietti Omaggio
Descrizione: Gli anni Ottanta, che nostalgia. Scriveteci una sola cosa che vi ricorda quel periodo e perché. Due biglietti per il concerto di giovedì 25 alla risposta più curiosa.
Scadenza: 22/09/2014 alle 23.59
Visualizza tutte le Competition
COMPETITION SCADUTA
Ha Vinto: Gianpiero
Commento: Pensando agli anni '80, mi vengono subito in mente i flipper, quei lucidi tavoli di cristallo in cui, pesanti palline di piombo, rimbalzavano su molle con una velocità così impressionante, che lo sguardo a fatica riusciva a seguirne le traiettorie. Con i flipper avevi un rapporto fisico: potevi ad esempio, dandogli una spintarella laterale, cambiare la traiettoria della pallina ed impedirle di finire in buca. Ma se spingevi o agitavi troppo, un sensore interveniva e ti mandava il gioco in blocco sui display del punteggio compariva la scritta TILT, si accendevano tutte le lucine, i pulsanti delle palette non trasmettevano più gli impulsi (quindi rimanevano immobili) fin quando la pallina scendeva in buca e finiva la partita!!! Game over ....
Presenti 42 commenti.
...Mister Fantasy?
Di Gio postato il 22/09/2014 23:22:20
Sì, è proprio in questo fortunato (e mai abbastanza ricordato) programma del biancovestito Carlo Massarini, che venivano proposti i migliori videoclip internazionali, oggetti fino ad allora misteriosi. Ed è così che insieme ai Matt Bianco (allora ancora dotati della cristallina voce di Basia), scoprivamo Donald Fagen, Joe Jackson, o i più commerciali Culture Club e Tears for Fears, buona musica insomma tra il pop ed il rock... per lasciarsi indietro gli anni di piombo, ed entrare finalmente nella Milano da... bere
Gioca jouer
Di Robby postato il 22/09/2014 16:15:50
Per me gli anni '80 fanno rima con i disc-jockey (non si chiamavano ancora DJ) e il più famoso di tutti era Claudio Cecchetto. Che, a un certo punto, lanciò il tormentone "Gioca jouer": un brano dal testo improbabile, che però era impossibile dimenticare: «Dormire, salutare, autostop, starnuto, camminare, nuotare, sciare, spray, macho, clacson, campana, ok, baciare, saluti, saluti, superman!». Leggero e frivolo, d'accordo, ma con il dono della spensieratezza...
anni 80
Di simona postato il 22/09/2014 14:11:15
sentire la musica che ti fa muovere il piede sotto il tavolo, avere un ciuffo imbarazzante e le spallotte sulle spalle... W gli anni 80
trucco
Di Giovanna postato il 22/09/2014 13:13:27
Mi ricordo la "terra rossa" sulle facce dei compagni maschi in classe al liceo...
L'aerobica di Jane Fonda
Di Silvia postato il 22/09/2014 12:22:38
Come dimenticarla... da flashdance (1983) in poi gli anni 80 hanno portato in voga l'aerobica in TV!!! Quegli scaldamuscoli sono un simbolo! Chiunque abbia avuto modo (ed abbia l'età) di aver visto la tv in quegli anni non può non avere impressa nella memoria quel " 1... 2... 3... 4... 5.. cambio!" con quei movimenti da seguire rincorrendo l'istruttrice. Jane Fonda in questo è stata una grandissima (costruendo anche un impero economico)
tutti in fila!
Di chiara postato il 22/09/2014 09:44:24
Mi ricordano le file all'alba davanti ai negozi per acquistare l'ultimo SWATCH.....perchè oggi 2014 e' cambiato il prodotto ,ma non la testa delle persone che continuano imperterrite a seguire le mode e ciò che fa tendenza.
Il rito della schedina
Di endriu postato il 21/09/2014 11:17:11
Il rito della schedina. Ogni sabato pomeriggio molti italiani (specie i più grandi, ma anche i ragazzi che volevano sentirsi tali) si ritrovavano nei bar con ricevitoria per giocare al Totocalcio, nella speranza di azzeccare il fatidico 13 o, almeno, un 12. Non c'erano ancora i concorsi tipo Totogoal o Fantacalcio, non c'erano i gratta e vinci né le scommesse on line. C'era solo il Totocalcio (e il Lotto): si discuteva - anche animatamente - su dove mettere l'1-X-2, ma alla fine il rito della schedina era quasi solo un pretesto per ritrovarsi e bere qualcosa insieme, tra una doppia, una tripla e l'1 fisso. Ruspante, ma divertente...
Il Commodor 64
Di Valentina postato il 20/09/2014 17:16:49
Io ero piccolissima, ma mio zio, a quei tempi sedicenne giocava con il Commodor 64. Lo guardavo infilare le cassettine magnetiche esterne ed imprecare in dialetto quando, dopo 10 minuti di infinita attesa sullo schermo, appariva la scritta "load error"... Almeno fino a quando il mio nonnino non gli regalò il mitico turbo loader...
Gli anni della Barbie
Di Ci postato il 18/09/2014 16:30:11
Gli anni 80 erano gli anni della Barbie. Pomeriggi interi passati a giocare in cortile con le amichette e le Barbie di tutti i tipi e con ogni genere di vestiti e accessori. Bei tempi...
Bim bum bam
Di Ilaria postato il 17/09/2014 10:16:40
"Bim bum bam" il programma di noi bambini degli anni Ottanta. E finalmente posso dire anch'io "Non ci sono più le trasmissioni di una volta..."
Glam
Di cat postato il 16/09/2014 22:52:04
Glamourous anni '80, un pieno di energia, tutto fashion, moda, firme. il leitmotiv era il glam, un red carpet infinito al ritmo del raffinatissimo sound dei Matt Bianco.
GULP e SuperGULP
Di Claudia postato il 16/09/2014 15:53:29
uno scassatissimo motorino GULP della Garelli con cui andare su e giù per le valli piacentine (molto prima della vespa special dei lunapop!) e il pomeriggio a vedere i fumetti in TV!!!
spallotte
Di sima postato il 16/09/2014 14:34:54
Le spallotte!!! ricordate quelle armature sulle spalle per far sembrare un rugbista anche il più mingherlino??????????? Ricordo da bambina che me le imponevano....attaccate col felcro! aaaaaaaaaaaaaaah
festa aziendale
Di esse postato il 16/09/2014 13:59:32
La festa aziendale su tema degli anni 80 mi ha fatto scoprire e conoscere una persona per la quale ho perso completamente la testa! Gli anni 80 mi fanno venire in mente quanto sono fortunata (anche se spesso mi fa imbestialire!!!!)
gli indimenticabili anni '80
Di Gabri postato il 15/09/2014 22:56:34
la Milano da bere, con il Burghy sempre pieno; i paninari, i dark e i metallari a confrontarsi soprattutto nelle mise; i Duran Duran, gli Spandau Ballet e un numero enorme di altre band indimenticabili, di cui tante inglesi. Gli abiti con le spalline, i capelli cotonati e tutte le teste con la permanente. La mia adolescenza è stato un concentrato di tutto ciò e molto di più. Un decennio indimenticabile.
tutte lottatrici
Di michela postato il 15/09/2014 15:21:05
dei primi anni 80 in particolare ricordo i capelli lunghi gonfi e ricciuti con la scriminatura in mezzo. non parliamo poi dell'abbigliamento: vita altissima e spalle superimbottite.....e più erano imbottie e più erano belle.....babbabiaaaaa......orroreeeeee
permanente e taglio assimetrico...
Di lorenza postato il 15/09/2014 15:20:31
degli anni 80 ricordo ancora - forse per il conto salato - il mio taglio assimetrico e con permanente fatto da un parrucchiere famoso in Via Vincenzo Monti a Milano e soprattutto la faccia dei miei che - dopo essere svenuti per il conto - erano preoccupati che non mi avrebbero accettato a scuola!
provare
Di sabina postato il 15/09/2014 12:19:35
provare non costa nulla, tentare è lecito
Robocop
Di Vania Grassi postato il 15/09/2014 11:48:57
Gli anni 80 mi ricordano gli abiti con le spalline imbottite.....orrendi!! Nel rivedermi sulle foto di allora, mi sembra di essere appena sbarcata da una nave spaziale!!
Milano da bere
Di Elisabetta postato il 15/09/2014 10:24:38
la moda era terribile,ma la Milano da bere ...così amabile così attraente, con gli aperitivi le serate e la voglia di esserci, di vivere di fare. e poi il sabato pomeriggio a casa in attesa di Deejay televison, il mio commodor 64 , lo zaino del'invicta, la fantastica polaroid , tre cuori in affitto ...il cubo di rubrik
Forza azzurri!
Di paolo postato il 15/09/2014 10:04:12
Negli anni '80 ho preso la patente, ho incontrato la donna che poi è diventata mia moglie, mi sono laureato ma il mio ricordo più importante di quegli anni è....la vittoria dell'Italia nel mondiale di calcio del 1982. Forza azzurri!!!
Le maniche a sbuffo
Di Anna postato il 10/09/2014 21:58:41
Io mi ricordo le maniche a sbuffo, con quelle arricciature orrende che arrivavano fin sotto le orecchie.BRUTTISSIMEEE!!! mi hanno scioccato. Tutte le mettevano, e anche gli uomini con quelle spalline enormi sotto le giacche. Me le ricordo sempre, perche' accidenti, ogni volta che mi metto davanti allo specchio e mi vesto, mi dico sempre: ma come cavolo han fatto a far passare come moda quelle maniche orrende!!! Un oltraggio al buon gusto. Menomale che non si usano piu'. E pensare che le ho immortalate per sempre anche nel mio abito da sposa... Che tortura questa moda Anni '80.
Burger King
Di Anna postato il 10/09/2014 21:05:23
Burger King! Punto d'incontro/scontro: cinesi, paninari, metallari e new wave. Quanti ricordi, quante avventure e si' va... mettiamoci pure qualche 'disavventura'! :)
boom economico!!!
Di chiara postato il 10/09/2014 15:01:38
il banchetto sotto casa dove io e la mia amica vendevamo le sorprese che trovavamo nelle merendine del Mulino bianco o dei Kinder... erano tempi d'oro: si vendeva tutti i giorni e facevamo in qualche modo girare l'economia. Altro che gli anni 2000.
Gli anni d'oro!
Di Nina postato il 09/09/2014 01:11:32
Gli anni 80: anni della speranza, della follia, della gioia di vivere...di quello che oggi vogliono toglierci!
musica dance
Di francesca postato il 09/09/2014 00:58:51
gli anni 80, sono gli anni della mia adolescenza,delle feste di compleanno organizzate con gli amici,dentro a un garage e la bellissima musica che non tramontera' mai, e che ascoltiamo ancora adesso e che non passera' mai di moda, come quella degli spandau ballet, dei matt bianco o di sade,o di michael .....la musica con la M maiuscola!!!
telefilm anni 80
Di marco postato il 08/09/2014 21:43:38
di quel periodo ricordo tanti telefilm come hazzard, wonderwoman, Charlie's Angels, love boat, baywatch,la tata, beverly hills, college, la donna bionica. Insomma ce ne erano per tutti i gusti, proprio come la musica!
adoro gli anni 80
Di mirella postato il 08/09/2014 21:31:41
adoro gli anni 80 dai giochi come la casa ed i vestiti di barbie al crystal ball, dal telefono con rotella utilizzato a casa, ai film come il tempo delle mele e dirty dacing o flashdance, il cioè con i poster in cameretta, bim bum bam con i suoi cartoni ed il telefilm "love me licia" con Cristina D'avena e tutta la stupenda musica di quegli anni con i primi effetti elettronici!
Mia nonna
Di Giovanni M. postato il 08/09/2014 18:30:54
Ero adolescente, imbecille di sicuro, ingenuo; ma solo quest'ultima caratteristica mi riscattava. Ho malinconia di quella purezza e credo di non essere l'unico. Mia nonna era il perno, suo e mio malgrado, da cui si dipanavo le mie giornate. Come ogni adolescente, ero viscerale: sempre innamorato di qualcosa o qualcuno, sempre impaurito, sempre preoccupato, sempre entusiasta. Trovavo pace immediata solo al suo cospetto; si colmava ogni agitazione e mi acquietavo. Abitava nell'ultima casa prima di scendere al mare, in una stradina antica e stretta dove si sentiva odore di muffa di muri di pietra e folate di salsedine. Bastava sedermi sul marmo del suo ingresso e vederla china a lavare per trovare finalmente un punto fermo. Ancora oggi il posto che era di mia nonna rimane un punto fermo, ma non più pieno di innocenza, ma di malinconia.
Flipper
Di Gianpiero postato il 08/09/2014 12:33:00
Pensando agli anni '80, mi vengono subito in mente i flipper, quei lucidi tavoli di cristallo in cui, pesanti palline di piombo, rimbalzavano su molle con una velocità così impressionante, che lo sguardo a fatica riusciva a seguirne le traiettorie. Con i flipper avevi un rapporto fisico: potevi ad esempio, dandogli una spintarella laterale, cambiare la traiettoria della pallina ed impedirle di finire in buca. Ma se spingevi o agitavi troppo, un sensore interveniva e ti mandava il gioco in blocco sui display del punteggio compariva la scritta TILT, si accendevano tutte le lucine, i pulsanti delle palette non trasmettevano più gli impulsi (quindi rimanevano immobili) fin quando la pallina scendeva in buca e finiva la partita!!! Game over ....
Hair's 80
Di miriam postato il 08/09/2014 11:27:29
Le acconciature senza dubbio più estrose...! Capelli ricci effetto permanente,francia bombata e coda alta e cosa dire della "cotonatura"? Vero e proprio cult.
Tanti progetti!
Di Bianca Maria postato il 08/09/2014 10:13:11
Anni 80: spensieratezza economica e completezza di una bella famiglia. Tanti progetti tutti possibili.
Matt bianco in onda
Di Marco passerini postato il 08/09/2014 08:47:04
Gli anni delle radio libere: "e questi erano i matt bianco, richiesti da Tina della panetteria, per Gino, il meccanico dell'angolo. Con tanta amicizia... E qualcosa di più! il prossimo brano lo dedica Mario a Tiziana: Pompa, degli Squallor. Buon ascolto su radio rapallo 2000, in stereofonia..."
anni 80
Di fabrizio postato il 08/09/2014 08:42:05
gli anni dove tutto sembrava possibile e la vita era spensieratezza allo stato puro: si toccava con mano il boom economico
ANNI 80
Di cristina postato il 08/09/2014 08:36:20
WHOSE SIDE ARE YOU ON, il jazz che risuona nelle orecchie, nelle classifiche e scandisce i giorni di tutti i giovani
Poter fare
Di Luca Rendina postato il 08/09/2014 07:19:59
La bellissima sensazione di poter fare tutto
Un mix di.....
Di Giuseppe postato il 08/09/2014 06:58:25
....eccessi, esagerazioni ma tanta voglia di divertimento puro! Basti pensare a Colpo Grosso, rivederlo adesso lo rende molto tenero perché la malizia aveva uno scopo ludico e al confronto con i fatti di cronaca dei nostri giorni vorresti veramente tornare indietro....il vero trash è oggi con l'invasione degli smartphone...e allora pensi che la Fenech o la Bouchet erano delle innocenti...collegiale!!!
Gli eventi cinematografici
Di Jolanda postato il 07/09/2014 23:21:16
Si, tra le tante cose, in modo particolare mi ricordo dei film, che hanno segnato per sempre le trasmissioni televisive ed i notri ricordi: da "Laguna Blu" e la sua inconfondibile e famosissima colonna sonora , al film-cult "Uccelli di Rovo", le cui polemiche contrastanti continuarono per ben quasi un quinquennio. Pero' entrambe belli, che ancora oggi ricordo volentieri. Si equilibrano poi con Hazzard e la ultra nota "La casa nella Prateria". Insomma, un cinema che per me ha segnato un'epoca.
Le elementari
Di Leo postato il 06/09/2014 17:41:03
La scuola elementare, il passaggio dalla casa al mondo. Le prime amicizie (alcune resistono ancora), i voti più alti degli altri, la maestra che mi voleva un mare di bene... E nelle orecchie giravano le canzoni dei Duran Duran, le immagini di Drive in e le famiglie vivevano nel benessere.
...una sola cosa?!?!?
Di daffy1061 postato il 05/09/2014 15:23:10
....la patente...che mi ha reso indipendente e mi è sembrato di essere diventato grande...
lady d
Di chris postato il 04/09/2014 17:02:41
Nella Cattedrale di St. Paul viene celebrato quello che verrà definito come "il matrimonio del secolo". L'erede al trono d'Inghilterra, il Principe Carlo sposa una giovanissima e bellissima Lady Diana appena ventenne. Tutte le TV del mondo trasmettono l'evento. mi ricordo perchè anche io in quel periodo avevo la mia piccola Lady d.
FAME....i wanna live forever....
Di monia postato il 04/09/2014 16:54:34
La mitica serie tv "saranno famosi" veramente unica...altro che Amici della defilippas. c'è bisogno che dica perchè mi ricorda gli anni 80?? beh! è un pilastro degli anni 80!!!!