Concerto Elio e le Storie Tese a Milano

Dopo Il Musichione in TV è di nuovo il momento di concerti live

ATTENZIONE: Evento scaduto
Dopo Il Musichione in TV, divertente e demenziale (e come potrebbe essere altrimenti) esperimento del piccolo schermo, Elio e le storie tese tornano in concerto con il loro Neverending Tour. Milanesi doc, istrionici, compositori di una musica continuamente contaminata dal cabaret e che diventa quasi rock demenziale. Tra umorismo e nonsense, Stefano Belisari (Elio), Faso, Rocco Tanica, Cesareo, Meyer e Santoman non smettono di stupire. Con La canzone mononota (che si chiama così proprio perché cantata con una nota sola) oppure in giro per l'Italia: come dimenticare l'esibizione del brano politically scorrect Complesso del primo maggio al concertone del primo maggio, appunto). Sono passati X Factor da scovare, telequiz da condurre, un Album Biango da incidere. Ora è di nuovo musica dal vivo. Appuntamento a City Sound, Ippodromo del Galoppo, il 3 luglio.
SCRIVI & VINCI CON LA COMPETITION
2 Biglietti Omaggio
Descrizione: Prima Elio da solo a X Factor e poi tutto il gruppo, Elio e le Storie Tese, alle prese con la conduzione di un irriverente programma televisivo, Il Musichione, esilarante omaggio ai quiz musicali della TV di una volta. A quale programma del piccolo schermo siete particolarmente affezionati e perché? Quale quiz, varietà, documentario o Festival di Sanremo... Due biglietti per il concerto alla risposta più divertente.
Scadenza: 26/06/2014 alle 23.59
Visualizza tutte le Competition
COMPETITION SCADUTA
Ha Vinto: Sara
Commento: "Giochi senza frontiere": appuntamento fisso della mia infanzia. Non riesco assolutamente a ricordare orari o giorni di trasmissione (e come potrei, comincio ad avere una certa età - 'mortacci), ma ricordo quanto mi gasava vedere tutte quelle sfide e immaginare di essere io una delle concorrenti... forse perché non sono mai stata capace neanche a vincere una corsa a ostacoli ai Giochi della gioventù della scuola elementare (però che bella la patacca della consolazione!)
Presenti 25 commenti.
la Tigre di Monpracen!
Di Paolo postato il 26/06/2014 12:48:37
Sandookaannn!!! Questo era il mio grido di battaglia nella metà degli anni settanta. Ammaliato da kabir Bedi, stregato da pirati, elefanti, tigri, non mi perdevo una puntata dello sceneggiato. Avevo imparato a nascondermi nei posti più strani ed improbabili e a saltar fuori all'urlo di Sandokan!, spaventando nonni e cane. Con lui, Birillo, avevo anche cercato di ricreare la famosa scena dell'uccisione in volo della tigre, con il risultato che fui morso e graffiato dappertutto!!
Mai dire...
Di Anita postato il 26/06/2014 00:14:02
Sono presa per la follia demenziale della Gialappa's Band: folle come i loro programmi di Mai dire Gol e Mai dire Bamzai... sara' da qui che e' nato il Musichione?? E cosa altro potra' ispirare?? Sicuramente e' una Gialappa no-stop...magari tornando riuscira' a farci ridere dal pianto dei Modiali di calcio. In effetti, solo loro sanno dissacrare senza offendere. Ecco perche' piacciono e strapiacciono e nessuno se la prende...
Vitti na CROZZA supra nu cannuni
Di angelica postato il 25/06/2014 16:02:22
Pur non Amando la tv bisogna distrarsi e mi piace farmi 4 risate così quando non ascolto la radio mi piacciono i programmi che fanno ridere come TORTA DI RISO, FUORI FRIGO, LOREM IPSUM e poi lui CROZZA nel paese delle meraviglie, ottimo comico ottimno editorialista è troppo bravo CROZZA FOR PRESIDENT tanto in questo paese comici e pagliacci vengono sempre votati ;-9
SUPERFLASH
Di Iole postato il 23/06/2014 09:36:55
Benvenuti cari telespettatori...ecc ecc. frase storicadi Mike. Bongiorno che introduceva la serata ad un seriosissimo appuntamento coi geni dell'umanita'. L'italia rimaneva stupita di fronte alla preparazione culturale e informativa dei concorrenti, che sembravano provenire da un altro pianeta...:-) Tutto rigorosamente serioso, Mike impeccabile giudice e storico gaf-man. I concorrenti blindati in piccole cabine-bunker antiatomici con le cuffie da marziani sulla testa per sentire le domande e non i potenziali suggerimenti. Un'atmosfera surreale e di suspance asettica, quello creato da questo quiz, che se ci penso ancora adesso, mi scappa da ridere. Eppure tutti correvamo a guardarlo alla sera.....perche' c'erano i concorrenti geniali...che bravi che erano...ma dove li trovavano???:-) completamente l'opposto del gruppo di Elio, che anche lui fa piegare dal ridere, ma direttamente. Ma si ssa....gli opposti si attraggono...
Blob
Di Anto postato il 20/06/2014 21:48:35
Ricordo da piccolo mentre cenavo con mia madre, lottavo strenuamente per poterlo vedere impedendole di vedere la telenovela di turno, era dura ma ne uscivo vincitore (o accontentato). Lo fissavo dall'inizio alla fine e, a quell'età, non ci capivo nulla. Era grandioso. La lotta col passare del tempo è cambiata ma è rimasta, blob ha continuato ad accompagnarmi finchè ho potuto ed io sono diventato, per fortuna o purtroppo, un disilluso attento ironico spettatore attivo di un mondo che, nonostante tutto, merita di essere vissuto.
il dirigibile di Mal
Di marco postato il 17/06/2014 23:40:35
Quando ero piccolo, al pomeriggio dopo la scuola e con un bel savoiardo nella nutella, guardavo sempre il dirigibile di Mal dove c'era anche Furia il cavallo del west. E non era un "dirigibile marrone senza elica e timone..."
BANZAIIIIIII
Di CHIARA postato il 16/06/2014 23:15:21
e chi riesce a dimenticarselo, demenziale da far paura ma senza essere volgare come spesso ora accade! BANZAIIIIIII
Il Trio, Solenghi/marchesini/Lopez
Di Anna postato il 12/06/2014 09:19:07
Affezionata?? affezionatissima direi. Il trio piu' esilarante del grande e piccolo schermo, fa fare picchi di ascolto e di risate, scorte di buonumore e chi piu ne ha, piu ne metta. A Fantastico 7 avevano gli schetch col piu alto indice di gradimento; poi San Remo, poi I PROMESSI SPOSI a puntate. Sempre versatili e solari nelle loro trasmissioni,sono entrati nel cuore di tutti e soprattutto nel mio.
L'identichiè
Di Matilde postato il 11/06/2014 12:14:05
Quello che propongo è una trasmissione nella trasmissione, ricordate il quiz "L'identichiè", la rubrica inventata da Renzo Arbore e Nino Frassica nella trasmissione "Indietro tutta"? In uno sketch esilarante compare Massimo Troisi come personaggio misterioso che il pubblico da casa deve indovinare. Le telefonate si susseguono ma Nino Frassica non è convinto e non lo sarà nemmeno quando Massimo Troisi spiegherà la sua identità. Sembra un pò il testo di una canzone dei meravigliosi Elii....
vi prego...
Di angela postato il 10/06/2014 10:23:11
o bisogno dei 2 biglietti omaggio
Sanremo
Di Stefano postato il 09/06/2014 21:22:04
Direi che il festival di Sanremo non ha rivali in quanto contenitore universale di satira musica storia della musica flop figuracce chitarre distrutte sconosciuti strapagati e in più è infinito sia nella durata della manifestazione annuale che per longevità, Elio con apparizioni sempre Super ci ha fatto divertire tutti un botto, spettacolo quando conduceva a suo modo il dopo festival !!!!
donna sotto le stelle....
Di simona postato il 06/06/2014 21:03:48
era uno dei momenti che aspettavo tutto l'anno e puntuale arrivava ogni estate....era un momento intimo tra me e la mia mamma!!!! non solo lo guardavamo lo registravamo anche...con i mitici,ormai andati videoregistratori...per poi poter riguardare la sfilata ah ah ah due pazze...però ora lavoro nella moda non se ringraziare mamma e le sfilate trash che passava la rai...
Giochi senza frontiere :-D
Di Sara postato il 06/06/2014 19:51:16
"Giochi senza frontiere": appuntamento fisso della mia infanzia. Non riesco assolutamente a ricordare orari o giorni di trasmissione (e come potrei, comincio ad avere una certa età - 'mortacci), ma ricordo quanto mi gasava vedere tutte quelle sfide e immaginare di essere io una delle concorrenti... forse perché non sono mai stata capace neanche a vincere una corsa a ostacoli ai Giochi della gioventù della scuola elementare (però che bella la patacca della consolazione!)
lun, mer, ven:ore 20,00
Di antonia postato il 05/06/2014 00:05:15
Anni Ottanta, un solo televisore in casa, ... a giorni alterni mio papà rinunciava al telegiornale RAI (unico tg nazionale della fascia serale) per farmi vedere Licia Dolce Licia. Bei ricordi :)
Indietro tutta!
Di Silvia postato il 04/06/2014 16:27:19
Vederlo con mio padre, aaah che bel ricordo... Ero piccola ma ho ancora in mente le ballerine brasililane di cacao meravigliao e mi raccomando, buttate il telecomando! Meravigliosi momenti di intimità con un genitore, in silenzio eppur insieme uniti. Basta sentire la canzone o vederne uno spezzone per tornar lì a 2/3 anni. E che Arbore... che Frassica! mica quello di Don Matteo...
Bim Bum Bam
Di Giorgia postato il 04/06/2014 11:56:25
Quando da piccola tornavo da scuola, e aspettavo l'inizio dei cartoni animati e di Bim Bum Bam, mangiando la merenda preparata dalla nonna. Ricordi felici. :-)
Dillo a Wally!
Di Matteo postato il 04/06/2014 08:44:23
Di sicuro "Dillo a Wally", esilarante talk condotto da Gene Gnocchi a metà degli anni novanta che prendeva in giro i programmi d'intrattenimento dove gli ospiti erano al centro dell'attenzione. Indimenticabili soprattutto i battibecchi tra il conduttore ed il pubblico, non sempre mansueto.Peccato solo sia durato così poco..
radio italia il concerto
Di nicolò postato il 03/06/2014 14:13:15
sono legato a radio italia il concerto come programma musicale perchè in tutte le edizioni ero presente, oppure anche solletico che grazie alla mia scuola abbiamo partecipato come classe
Papà e i Vianello
Di Elena postato il 02/06/2014 15:26:21
Aspettare la domenica solo per vedere mio padre andare in brodo di giuggiole per la gag dei calci sotto le coperte di Sandra Mondaini, sono veri momenti di alta tv.
l'occhio della madre.
Di Stefano postato il 01/06/2014 18:21:15
Chapeau a Piero Angela col suo "Quark", compagno ideale e comprensivo di quelle serate in cui proprio tutti ti dan buca. E, proiettandosi al futuro con lo sguardo al passato, proporrei "Celebrity Deathmatch", bello.
Don Camillo e Peppone
Di Happiness postato il 01/06/2014 09:07:10
A me piace la saga televisiva della serie Don Camillo e Peppone, con Gino Cervi e Fernadel. Mi piace perche' mi fa ridere, star bene, mi diverte e immagino riportato le vicende del mio piccolo paese... E mi diverto ancora di piu'. E' una serie che rilascia sempre delle belle emozioni, che trascina e coinvolge e che non vedi l'ora di vedere il seguito e poi daccapo di nuovo. Che cosa c'e' di cosi' accattivante in questa serie???? Una gratificazione alla realta' di tutti i giorni...
TIRA E MOLLA
Di Carolina postato il 31/05/2014 12:10:23
Mi viene in mente Tira e Molla di Bonolis! In particolare lo spazio dedicato alla telefonata a casa! Faceva sempre "scassare" dalle risate il signore/la signora che non riusciva ad indovinare la risposta alla domanda fatta da Bonolis. Lui che dava i suggerimenti ma niente, non ce n'era!!! eo eo na na na ooooooo
Non è la raiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
Di alessandro postato il 31/05/2014 11:11:42
Sarà stata la giovane ed inconsapevole età dove si scopre il mondo, sarà stata la musica coinvolgente e i balletti strampalati che catturavano la mia attenzione sta di fatto che Non è la Rai rimane nel mio cuore come un fulmine a ciel sereno. Un mondo colorato fatto di musica e canzoni e frivolezze per rimanere ancora piccoli sentendosi già grandi!!!!
ridere fa bene
Di luigi postato il 29/05/2014 22:38:36
guardo molto volentieri Colorado, Zelig, made in sud ....spettacoli comici perché ridere fa bene ...soprattutto la sera, dopo una giornata di lavoro lo trovo distensivo e rilassante.
Drive in
Di Leo postato il 28/05/2014 14:52:10
Mi ricorda la mia infanzia-adolescenza. Le risate con Greggio, Vastano, Faletti, D'Angelo, Beruschi (orologiao-ao-ao) e tutti gli altri comici che sono passati da quella fucina di talenti, ma anche le conturbanti Lory Del Santo, Tinì Cansino e le ragazze dei balletti, che stuzzicavano le fantasie di tutti noi maschietti. Mitico!