La cucina del Sichuan a Milano

Prosegue il ciclo di serate gastronomico-culturali dedicato alla grande tradizione cinese

ATTENZIONE: Evento scaduto

Lunedì 26 gennaio, al ristorante cinese di alta cucina Bon Wei, è di scena il secondo appuntamento della rassegna “La grande tradizione gastronomica della cucina cinese".

Un ciclo di cene culturali in collaborazione con la Fondazione Italia-Cina, dedicato ai piatti tradizionali delle otto regioni gastronomiche cinesi. Ogni serata corrisponde a una delle aree culinarie in cui è suddivisa la Cina.

Otto menu tradizionali selezionati dallo chef di Bon Wei Guoqing Zhang, raccontati dal professor Francesco Boggio Ferraris, docente di lingua e cultura cinese, vergati dall’abile maestro calligrafo Silvio Ferragina.

Protagonista dell'appuntamento di lunedì 26 gennaio è la regione del Sichuan: una cena che si trasforma in lezione, scandita da dieci portate. Per scoprire storia, leggende e tradizioni di questo territorio, popolato da ben 53 etnie diverse.

Ed è a questa varietà sociale che si deve una notevole ricchezza gastronomica e un'ulteriore suddivisione in quattro sottostili: Chongqing, Chengdu, Zigong e buddista vegetariana.

Una cena culturale per scoprire l'autentica cucina cinese e la sua valenza territoriale

Una cena culturale per scoprire l'autentica cucina cinese e la sua valenza territoriale

Ingrediente principe della cucina del Sichuan è il peperoncino, la cui piccantezza in inverno raggiunge i massimi livelli.

Ecco allora piatti dal gusto audace e deciso, dove spiccano i sapori di aglio, peperoncino e pepe di Sichuan. Ingredienti che si mescolano ad arachidi, pasta di sesamo e zenzero, per dar vita a più di 6000 piatti.

Piatti dalla forte valenza territoriale, che hanno reso celebre la regione del Sichuan (parola che significa “Quattro Fiumi”), tanto che nel 2011 la capitale Chengdu è stata dichiarata dall’UNESCO “Città della Gastronomia”, per la ricchezza e la molteplicità dei suoi cibi.

Quella del Sichuan è una tradizione gastronomica che ha assorbito, negli anni, i pregi delle altre regioni cinesi.

Oltre al gusto, nelle portate viene prestata molta attenzione anche al colore, al profumo e alla presentazione. Oggi, infatti, si dice che “mangiando in Cina, il vero gusto si trova nel Sichuan”.

Il pollo freddo in salsa piccante, chiamato anche

Il pollo freddo in salsa piccante, conosciuto anche come "pollo che fa aumentare l'acquolina"

MENU


  • Tè di benvenuto Long Jing

  • PIATTI DEL SICHUAN
  • Involtini di branzino in crosta di tofu affumicato
  • Polpette di gambero nel riso Venere e polpette di manzo nel riso bianco
  • Gamberi croccanti con sale, pepe di Sichuan e peperoncino
  • Tagliatelle di riso in insalata alla maniera del Sichuan
  • Yu Xiang Rou Si (striscioline di maiale “al sapore di mare”)
  • Tofu stufato con verdure e pancetta
  • Shui Zhu di manzo piccante in terracotta e Gongbao Jiding, pollo saltato molto piccante
  • Bambù saltato nel wok

  • PORTATA PRINCIPALE DEL SICHUAN
  • Pollo freddo in salsa piccante “Il pollo che fa aumentare l’acquolina”

  • DESSERT
  • Tang Yuan, “Polpetta dolce ubriaca”
  • In abbinamento: Tè Tie Guan Yin

  • VINI PROPOSTI IN ABBINAMENTO
  • Castello della Sala - Bramito del Cervo 2013 - Chardonnay
  • La Braccesca - Achelo 2012 - Cortona doc Syrah

  • PREZZO
  • Euro 50 a persona (60 Euro per persona con l’abbinamento ai vini)