Società Umanitaria a Milano

La casa del dialogo, della convivenza e della solidarietà

Centro educativo e formativo riconosciuto e apprezzato oltre i confini cittadini, la Società Umanitaria asseconda e promuove tutte quelle attività volte a favorire l'interesse, la curiosità e soprattutto la crescita d'ogni singolo cittadino, dando a ciascuno i mezzi più moderni e idonei per trovare la sua dimensione, libera e autentica, all'interno della società. 

Fulcro di manifestazioni e programmi che combinano assistenza e cultura, l'Umanitaria è un affascinante complesso rinascimentale composto di quattro chiostri - Glicini, Statue, Memoria, Pesci - che si snodano lungo un perimetro di 8.900 mq. Nell'ex Refettorio francescano, oggi Salone degli Affreschi, spicca la Crocifissione di Cristo, opera dei primi decenni del XVI sec., attribuita inizialmente a Marco d'Oggiono e più recentemente a Bernardino Ferrari.

L'istituzione, nata nel 1893 grazie al lascito di un mecenate mantovano di nome Prospero Moisé Loria, è un ente morale senza fini di lucro, il cui scopo risiede nel suo statuto, ancor oggi praticamente identico a quello originario: "mettere i diseredati, senza distinzione, in condizione di rilevarsi da sè medesimi, e di operare per l'elevazione professionale, intellettuale e morale dei lavoratori".

I locali della Società Umanitaria sono visitabili quando non sono previsti i corsi o gli eventi organizzati.