Aperitivo Armani Hotel, Milano

Aperitivo L'aperitivo défilé a Milano

Assaggi eleganti e drink meneghini fra luce, lusso e stile

ATTENZIONE: Evento scaduto
Il tutto con una mise en place così impeccabile da sembrare un defilé, mentre il dj orchestra architetture sonore dalle venature ambient e chill out.

Ogni giorno, al crepuscolo, l'aperitivo dell'Armani/Bamboo Bar viene scandito dal tocco dello chef, che seduce e conquista con deliziosi finger food.

Ed ecco sfilare puntarelle agli agrumi, zenzero e scaglie di parmigiano; tartare di manzo al tartufo nero con croccante di sedano, e bottone di pane al fegato grasso, mostarda e mortadella.

Ma anche spiedini di gamberi e melanzane in tempura; trofie con zucca, noci e gorgonzola dolce, e orzotto, con carciofi, limone e mandorle.

Il tutto con una mise en place così impeccabile da sembrare un defilé, mentre il dj orchestra architetture sonore dalle venature ambient e chill out.

Il Breakfast Margarita, after dinner fresco e dolce

Il Breakfast Margarita, after dinner fresco e dolce

COCKTAIL CHE OMAGGIANO MILANO

Il bartender, dal suo bancone-palcoscenico, firma cocktail che interpretano e omaggiano la città.

Ad esempio? La Coppa Meneghina è un aperitif cocktail molto sixties, preparato con Cedrata Tassoni, mela, cetriolo e liquore alla vaniglia.

Il Tokyo Spritz mixa Aperol bitter, spumante Foss Marai, zenzero fresco, wasabi e ginger ale per un accattivante incrocio di culture.

Stupisce e affascina la preparazione dello Smoked Martini: il tè nero alla rosa e ai fiori di loto viene bruciato, il vapore aromatizza la coppetta, che diventa lo scenario di un drink con Tanqueray 10 e Martini dalle note fruttate e boschive.

Milanese doc anche il solare after dinner Breakfast Margarita: l'amaretto di Saronno dialoga con marmellata di albicocche, lime e tequila.

Originale rivisitazione del Negroni, Il Conte va in Oriente unisce Bitter Campari, Carpano, gin e tè nero alla cannella per una liquida creazione speziata e aristocratica.